Non pensarci la serie, da stasera online, da lunedì su Fox. Foto e video

di Redazione 7

Questa sera in anteprima sul web (http://fox.foxtv.it/non-pensarci), sarà trasmesso il primo episodio di Non pensarci, la serie tratta dall’omonimo film che debutterà su Fox (canale 110 di sky) lunedì.

La fiction, diretta da Gianni Zanasi, formata da 12 episodi e presentata in anteprima al Telefilm Festival di Milano, racconta la storia di una famiglia sull’orlo di una crisi di nervi, quella dei Nardini, attraverso gli occhi del secondo genito Stefano (Valerio Mastrandrea) che, tornato a casa dopo aver tentato di sfondare come cantante rock, trova l’azienda ad un passo dalla bancarotta e decide di inventarsi qualsiasi soluzione, pur di salvarla dal fallimento.

I protagonisti principali della serie, oltre a Valerio Mastranderea, sono Giuseppe Battiston (Alberto, primogenito erede della fabbrica) e Anita Caprioli (Michela, donna colta che ha rifiutata una cattedra all’estero per prendersi cura dei delfini del parco acquatico).

Nel cast sono presenti anche Anna Ferzetti (moglie di Alberto), Gisella Burinato (la madre), Luciana Littizzetto (Marta, l’amica e parrucchiera della madre), Teco Celio (Walter, il padre che ha un infarto), Paolo Sassanelli (Francesco, capo di un gruppo bancario, nonché amico di famiglia), Caterina Murino, Luciano Scarpa e Paolo Briguglia.

I tre protagonisti, Anita Caprioli, Giuseppe Battiston e Valerio Mastrandrea, hanno parlato dei  loro personaggi e dell’evoluzione rispetto al film:

Caprioli: Non pensarci vuole sottolineare l’inadeguatezza di queste figure che, alla fine, riescono a suscitare tenerezza in chi li guarda. I tre fratelli, diversamente da quello che si crede, sono molto simili tra loro.

Battiston: Il discorso è stato ripreso da dov’era rimasto e si assisterà ad una crisi, ad un vero disfacimento progressivo dei personaggi.

Mastandrea: Abbiamo avuto la possibilità di approfondire. Eravamo tutti molto consapevoli di chi fossero i Nardini e quindi la serie è venuta fuori come una cosa automatica. Stefano Nardini è un modello riscontrabile in molti uomini che ci circondano; viene mostrato il rovescio della medaglia: ognuno è l’opposto di quello che crede di essere.

Se siete curiosi di gustarvi una serie fresca e divertente, ennesima trasposizione seriale di Sky (dopo Quo Vadis Baby e Romanzo Criminale), di un film che è stato apprezzato sia dal pubblico, che dalla critica non perdetevi Non pensarci, da lunedì su Fox, da gennaio su La7.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>