Donna Detective 2 su Raiuno

di Redazione 19

Da questa sera su Raiuno andranno in onda, in otto serate, i sedici nuovi episodi di Donna Detective 2, il fiction prodotta da Endemol Italia, ideata da Marina Garroni, Massimo Melloni e Peter Exacoustos, diretta da Fabrizio Costa, con Lucrezia Lante Della Rovere nuovamente nei panni dell’ispettrice di polizia Lisa Milani.

Nella fiction rivedremo anche: suo marito, il pediatra Michele Mattei (Kaspar Capparoni); i suoi figli, Giacomo (Luca Lo Pinto), Checco (Carlo Daniele) e Ludovica (Sara Santostasi); sua sorella Manuela (Emanuela Maletta), che si trasferisce con il suo nuovo fidanzato nell’appartamento di fronte a quello della famiglia Mattei; l’amica di università di Lisa, l’avvocato Chiara Valli (Hélène Nardini); l’ispettore Sergio Lorenzi (Stefano Masciarelli), single incallito con la passione per le donne; l’ispettore Nanni Fortuna (Flavio Montrucchio), fidanzato Alessandra (la new entry Eleonora Pedron), ma ancora affascinato da Lisa; la poliziotta Grazia Bini (Anna Ammirati); il commissario Alberto Giordano (Toni Garrani); il magistrato Maurizio Farnese (Luca Ward). A loro si aggiungerà il nuovo ispettore Giancarlo Spina (Massimiliano Benvenuto), uomo ambiguo, ma molto affascinante, che farà breccia nel cuore di Grazia.

Nei nuovi episodi la vita lavorativa e affettiva di Lisa si intrecceranno irrimediabilmente: il caso di omicidio di Antonio Parente, rappresentante di alta moda, sarà in qualche modo collegato a Ludovica che, in continuo conflitto con la mamma, decide di tenere segreti alcuni importanti avvenimenti, utili alle indagini. La figlia sedicenne, tra l’altro, non è l’unica che ha dei segreti con Lisa: Michele decide di nascondere i gravi problemi di salute che peggiorano ogni giorno di più.

Lucrezia Lante della Rovere descrive così il personaggio di Lisa:

Lisa Milani è un personaggio realistico. Usa la pistola solo quando deve e, tornata a casa, la rimette nel cassetto. Ha le sue paure e il successo delle indagini investigative viene da tutta la squadra che fa capo a lei.

Il regista Fabrizio Costa nelle note di regia scrive:

DONNA DETECTIVE è stato un grande successo di Rai Uno. La storia era avvincente, gli attori credibilissimi, la regia incalzante. Quindi aver accettato di dirigere la seconda serie per me è stata un po’ una sfida. Ma ho accettato di buon grado per una semplice ragione: per la novità dell’argomento. La storia di Lisa Milani, ispettore di polizia con una famiglia alle spalle, mi è sembrata subito interessante e nuova: per la prima volta in tv si poteva raccontare cosa vuol dire essere una donna moderna oggi. Continuamente divisa tra l’educazione dei figli il lavoro e la voglia di essere una buona moglie per il proprio marito. … Insomma quasi un nuovo genere, un “giallo familiare”, dove gli elementi classici delle “detection” s’intersecano fin da subito con quelli altrettanto classici della “family comedy”, con un risultato di un intrattenimento gustoso, avvincente, e speriamo anche intelligente.

Il direttore di Rai Fiction Fabrizio Del Noce spiega:

Donna detective ripropone la linea editoriale che Rai Fiction sta seguendo in quasti ultimi anni e cioè quello della modernità e del cambiamento della società. Oggi la fiction affronta anche temi sociali. In questo caso quello della donna moderna, divisa tra un lavoro senza orari e i problemi familiari.

Se vi piace il mix tra il giallo e le storie di vita familiare, non potete perdervi ogni mercoledì (ed eccezionalmente anche domani) il doppio episodio con Donna detective 2 alle 21.10 su Raiuno.

Commenti (19)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>