Rai vince periodo di garanzia autunnale 2010 e aumenta il vantaggio su Mediaset

di Redazione 4

La Rai ha vinto il periodo di garanzia autunnale 2010 (12/09 – 27/11): per la televisione di stato è il quattordicesimo risultato utile consecutivo. Il comunicato stampa Rai recita:

La Rai ha vinto il 14mo periodo di garanzia consecutivo. Nel periodo di garanzia autunnale 2010 che va dal 12/9 al 27/11 si conferma ancora una volta la leadership del Gruppo Rai sia in prime time con il 43 di share medio (+0,4 rispetto all’autunno 2009), sia nell’intera giornata con una media del 41,2 di share (+0,9 sul. 2009). Il vantaggio Rai su Mediaset sale a +4,8 di share nella fascia di prima serata e a + 2,9 nell’intera giornata.

L’ottima performance Rai matura in uno scenario competitivo, in forte e rapida evoluzione, caratterizzato dal notevole aumento del numero dei canali televisivi e in particolare dal progressivo rafforzamento dei canali digitali specializzati (terrestri e satellitari, free e pay) che complessivamente sfiorano il 21% di share in prima serata e il 23% nelle 24 ore. In questo scenario si segnalano gli ottimi risultati dei canali digitali specializzati della Rai che registrano nell’autunno 2010 una significativa crescita (+1,3 di share in prime time; +1,5 nell’intera giornata). Questi risultati sono ancora più significativi nelle aree “all digital” (quelle già definitivamente digitalizzate) banco di prova del nuovo scenario competitivo, in cui le performance dei canali specializzati Rai registrano un aumento del +3% di share nell’intera giornata rispetto all’autunno 2009. In queste aree il Gruppo Rai è leader con 5 tra i 10 canali digitali gratuiti più visti.

Rai1 conferma il suo primato anche in questa stagione autunnale sia in prima serata (20,6 % di share) con un vantaggio di 1.6 su Canale 5, che nell’intera giornata (20,4 % di share), con 1,3 di share in più sull’ammiraglia Mediaset. I risultati di Rai2 sono in lieve crescita in prime time (10,5 di share) e in linea con quelli del 2009 nell’intera giornata (9,1 di share), con un vantaggio netto su Italia 1 di +1,6 punti in prima serata e un sostanziale pareggio nelle 24 ore. Rai3 chiude il periodo di garanzia autunnale 2010 migliorando di +0,5 la performance del prime time (9,9) e confermando il risultato del 2009 nell’intera giornata (9 di share).

Festeggia il direttore generale della Rai Mauro Masi:

E’ un segnale di consenso verso il nostro palinsesto … Sottolineo inoltre che è anche la terza vittoria della garanzia consecutiva ottenuta durante questo management … è un segnale di bontà e di consenso e siamo estremamente lieti che nonostante la grande competizione i fatti sono più forti delle opinioni.

In attesa di leggere gli ascolti dal punto di vista di Mediaset, che si baseranno principalmente sul target del pubblico attivo (che ricordiamo è la fascia creata dal gruppo del biscione, che comprende il pubblico tra i quindici e i sessantaquattro anni), permettetemi alcune annotazioni:

il dato della prima serata di Raitre si regge soprattutto sull’incredibile risultato di Vieni via con me, che alza notevolmente la media di rete, e sulla conferma di programmi come Report e Ballarò (tanto osteggiati) che controbilanciano il flop di Articolotre e di alcuni film;

il dato del prime time di Raiuno, che ha floppato il sabato sera con Soliti ignoti (sbagliata la collocazione) e ha retto bene l’urto di Io Canto 2 con il sempreverde I migliori anni, è frutto degli ottimi risultati delle fiction e di un periodo nero di Canale 5 che ha ottenuto ottimi ascolti solo da C’è posta per te, dalle fiction con Gabriel Garko e da Chi ha incastrato Peter Pan, e ascolti sbiaditi (non in linea con le aspettative) dal Grande Fratello 11, I Cesaroni 4 e dalle altre fiction;

Raidue deve ringraziare Annozero (che la dirigenza Rai non voleva) e la Champions League (che il CdA ha deciso di non acquistare più dalla stagione 2012-13) se è riuscita ad avere la meglio su Italia 1 nel prime time.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>