Calcio: la Rai abbandona la Champions League dal 2012

di Redazione 6

Foto: AP/LaPresse

Arriva un brutto colpo per gli appassionati di calcio: il consiglio di amministrazione della Rai ha approvato la proposta del direttore generale Mauro Masi di non rinnovare l’accordo per i diritti della Champions League per il prossimo triennio sportivo.

Il motivo è di natura economica: il fatto di trasmettere parte della Champions League spendendo trenta milioni di euro, quando già ci sono Sky e Mediaset Premium a mandare in onda in contemporanea le partite non è conveniente alla televisione di stato perché non riesce a coprire i costi vendendo gli spot.

Quindi: le edizioni 2010/2011 e 2011/2012 della ex coppa dei campioni continueranno ad essere trasmesse dalla Rai, poi o qualcun altro (Mediaset) acquisterà i diritti, oppure dalla stagione 2012/2013 per seguire la massima competizione calcistica bisognerà abbonarsi a Sky o Mediaset Premium. Fate voi.

Commenti (6)

  1. Se, oltre a non vedere le partite, con quei soldi ci proporranno dei programmi interessanti e ben fatti sarebbe ottimo!

  2. Non capisco con tutti i soldi che paghiamo per l’abbonamento, perche’ non tagliare progammi come anno zero,cioe’ riamanere solo con vespa, non e’ che mi piace, ma MOLTO piu’ serio. Tagliare il festival e altre cose di canzonette da strapazze., tagliare gli stipendi ai tipi come la clerici ecc.Possono fare tagli ed avere il superfluo per fare nuovi progammi senza togliere a quello che piace piu’ agli italiani

  3. @corrado: credi davvero che il calcio sia quello che più piace agli italiani? In realtà no.
    E personalmente preferisco avere programmi di approfondimento (che adesso latotano come serietà, da Vesap ad Annozero e simili) e culturali che cavolate miste (tra cui il calcio, appunto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>