Ascolti Tv venerdì 31 dicembre 2010: L’anno che verrà vince la serata grazie a 5.500.000 spettatori

di Fabio Morasca Commenta

La sfida tra reti ammiraglie si è rinnovata anche per quanto riguardava i festeggiamenti per il nuovo anno. Due veglioni diversi, quello offerto da Rai1 in diretta da Piazzale Fellini a Rimini con Mara Venier e Pino Insegno e quello proposto da Canale5 con Barbara D’Urso che ci accompagnati verso l’anno nuovo nel calduccio del suo studio di Cologno Monzese. Il countdown finale è stato maggiormente seguito con L’anno che verrà, in onda sulla prima rete di Stato, da 5.536.000 spettatori, pari a uno share del 34,83%. 2.598.000 spettatori, con uno share pari al 16,55%, hanno invece stappato lo spumante accompagnati da Capodanno Cinque, in onda sulla rete ammiraglia Mediaset.

In attesa della fatidica mezzanotte, però, il telespettatore ha potuto godere anche della visione di alcuni film: il confronto diretto tra le seconde reti termina quasi in pareggio con Rai2 che grazie al film Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, con Daniel Radcliffe e Emma Watson, ottiene 1.029.000 spettatori, pari a uno share del 6,31%. Una manciata di telespettatori in più ha invece scelto Italia1 e il film Independence Day, con Will Smith e Bill Pullman, per l’esattezza, 1.101.000, con uno share pari al 6,75%.

Per ogni veglione che si rispetti, immancabile è il circo. Il 34° Festival del Circo di Montecarlo, presentato da Cristina Chiabotto su Rai3, ha affascinato 2.233.000 spettatori, pari a uno share del 13,56%. Spazio anche per farsi quattro risate grazie al film di Carlo Vanzina, Selvaggi, con Ezio Greggio e Leo Gullotta, che però raccoglie una piccola fetta di pubblico: 982.000 spettatori, con uno share pari al 5,97%. Ha completato l’ultimo palinsesto dell’anno, il solito Ispettore Barnaby, offerto da La7: 615.000 spettatori, con uno share del 3,73%, conquistati con l’episodio Fantasmi di Natale, e 479.000 spettatori, con uno share del 3,15%, ottenuti con l’episodio Matrimonio con delitto.

Dall’Ufficio Stampa Rai:

Grande interesse dei telespettatori ieri, venerdi’ 31 dicembre 2010, per il Messaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano trasmesso a reti unificate su Rai1, Rai2 e Rai3, che e’ stato seguito in totale da 6 milioni 309mila telespettatori e ha registrato il 38.17 di share. In particolare, su Rai1 ha ottenuto il 27.57 e 4 milioni 556mila telespettatori. E grandi ascolti su Rai1 allo scoccare della mezzanotte, con oltre 9 milioni 600mila telespettatori che hanno brindato al 2011 seguendo il conto alla rovescia scandito dal programma “L’anno che verra’”, registrando una media di share del 57 per cento. In prima serata su Rai1 5 milioni 536mila telespettatori con il 34.83 di share hanno seguito la prima parte di “L’anno che verra’”, il classico appuntamento in diretta da Rimini condotto da Mara Venier e Pino Insegno. La seconda parte del programma ha realizzato il 38.36 pari a 3 milioni 796mila telespettatori. I festeggiamenti sono proseguiti con la trasmissione “La nave di Capodanno” che, fino alle 2.00, ha registrato il 30.28 di share con 2 milioni 237mila telespettatori. Rai2 ha proposto il film “Harry Potter e il prigioniero di Azkaban”, visto da 1 milione 29mila telespettatori con il 6.31 di share. Su Rai3 e’ andato in onda il “Festival del Circo di Montecarlo”, seguito da 2 milioni 233mila telespettatori con il 13.55 di share. In seconda serata il lungo speciale “Blob 2010 volte zero” ha ottenuto il 4.50 pari a 651mila telespettatori. Leader dell’informazione il Tg1 delle 20.00 con uno share del 28.96, pari a 4 milioni 864mila telespettatori. Netta la vittoria delle reti Rai nella fascia del prime time con uno share del 49.23 e 8 milioni 139mila telespettatori, in seconda serata con il 52.71 e nell’intera giornata televisiva con una percentuale del 45.05. Rete leader dell’ultimo giorno dell’anno e’ stata Rai1, che nel prime time ha totalizzato il 27.85 con 4 milioni 604mila telespettatori, in seconda serata ha registrato il 38.73 e nell’intera giornata televisiva una percentuale del 23.88.

Dall’Ufficio Stampa Mediaset:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>