Ascolti Tv lunedì 7 febbraio 2011: Grande Fratello vince la serata grazie a 5.700.000 spettatori

di Fabio Morasca Commenta

L’undicesima edizione del Grande Fratello si appresta a diventare la più lunga di tutti i tempi e il perché, non è difficile intuirlo. Ormai, il reality per antonomasia colleziona grandi numeri, riuscendo a sconfiggere anche la fiction targata Rai1 che raramente sbaglia un colpo. Quindi, esattamente come sette giorni fa, il reality di Canale5 condotto da Alessia Marcuzzi, vince la serata grazie a 5.708.000 spettatori, pari a uno share del 24,96%. La quinta puntata di Caccia al re – La narcotici, in onda su Rai1, in crescita rispetto ad una settimana fa, lotta fino all’ultimo ma non riesce a raggiungere il competitor: 5.630.000 spettatori, con uno share pari al 19.55%.

Confronto diretto invariato anche per quel che riguarda le reti cadette: la divulgazione scientifica di Rai2 torna a scontrarsi nuovamente con le scene del crimine più famose del mondo. Dopo il testa a testa serrato di sette giorni fa, stavolta è Roberto Giacobbo e il suo Voyager, in onda su Rai2, a vincere con un considerevole distacco, grazie a 2.817.000 spettatori, pari a uno share del 9.97%. Gli episodi di CSI:NY, intitolati Il nido del cuculo e L’alba di Manhattan, invece, permettono a Italia1 di raggiungere una media di 2.552.000 spettatori, con uno share pari all’8.69%.

Il cinema, invece, è stato teatro di sfida per le terzi reti. Rete4 vince facile, grazie al film d’azione True Lies, con Arnold Schwarzennegger e Jamie Lee Curtis, rivisto con piacere da 1.961.000 spettatori, pari a uno share del 7.97%. Il film commedia di e con Luca Barbareschi, Il trasformista, permette a Rai3 di racimolare soltanto 858.000 spettatori, con uno share pari al 2,96%. La terza rete di Stato, superata perfino da La7, con il talk show d’approfondimento politico firmato Gad Lerner: la puntata di ieri de L’infedele ha conquistato ben 1.812.000 spettatori, pari a uno share del 7.24%.

Dall’Ufficio Stampa Rai:

Ottimo risultato e ascolti in crescita su Rai1 per la fiction “Caccia al re La narcotici” che nella prima serata di ieri, lunedì 7 febbraio, è stata seguita da 5 milioni 630mila telespettatori e ha registrato uno share del 19.55. Grande interesse su Rai2 per la puntata di “Voyager ai confini della conoscenza” che ha realizzato 2 milioni 817mila telespettatori e uno share del 9.97. Il film di Rai3 “Il trasformista”, protagonista Luca Barbareschi, e’ stato visto da 858mila telespettatori con il 2.94 di share. In seconda serata su Rai1 la puntata di “Porta a porta” ha realizzato l’8.83 di share pari a 949mila telespettatori. Nel preserale il game show di Rai1 “L’Eredita’” si conferma leader della fascia con il 26.20 di share e 5 milioni 332mila telespettatori registrati da “La Sfida dei 6”, mentre l’ascolto nell’ultimo gioco sale a 6 milioni 906mila pari al 27.91 di share.

Dall’Ufficio Stampa Mediaset:

Su Canale 5, eccellenti ascolti per “Striscia la Notizia”, che si conferma programma più visto della giornata con 7.451 .000 telespettatori totali e il 28.60% di share sul target commerciale. A seguire, il “Grande Fratello 11” mette a segno un’altra vittoria e si aggiudica la prima serata con il 27,51% di share sul target commerciale e 5.708.000 spettatori totali con picchi superiori ai 7 milioni di spettatori (7.196.000 alle 22.16) e al 44% di share (44.16%). Ottimo risultato per “Mai dire Grande Fratello” che raggiunge il 33.53% di share sul target commerciale e 1.958. 000 telespettatori totali. Su Italia1, in prima serata, bene la serata Crime con la nuova stagione di “CSI: New York” che è stata vista da 2.551.000 telespettatori, share del 10.13% sul target commerciale e “Fringe” con 1.402.000 telespettatori totali (10.53% di share sul target commerciale). Su Retequattro, in prima serata, il film “True Lies” è stato seguito da 1.961.000 spettatori, (7.26% share commerciale).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>