Caccia al re – La narcotici su Raiuno

di Diego Odello 17

Da questa sera su Raiuno andrà in onda Caccia al re – La narcotici, la fiction d’azione in sei puntate prodotta da Rai Fiction, scritta da Leonardo Fasoli e Maddalena Ravagli, diretta da Michele Soavi, incentrata sulla nuova sezione della narcotici di Roma e la loro caccia alla criminalità.

La serie, che annovera nel cast tra gli altri Gedeon Burkhard, Raffaella Rea, Alina Nedelea, Sergio Friscia, Denis Fasolo, Valentino Campitelli, Stefano Dionisi, Ricky Memphis e Libero De Rienzo, racconta la storia di un gruppo di poliziotti specializzati nella caccia ai trafficanti di droga che, dopo una lunga inchiesta per corruzione e la decapitazione dei vertici, viene affidata al bravissimo investigatore della sezione antirapine Daniele Piazza (Burkhard).

L’uomo, vedovo, padre di Sara, una ragazzina di sedici anni, scoprirà uno stretto legame tra la banda criminale che gestisce la produzione e lo spaccio della Especial, una nuova e devastante droga, e la tragica morte della moglie e del bimbo che portava in grembo, avvenuto quattordici anni prima durante la più grande e sanguinosa rapina vista a Roma. Non solo: la nuova droga, tagliata con la meperidina, un oppiaceo sintetico che amplifica gli effetti allucinogeni e abbassa notevolmente i costi del consumatore (e per questo definita “la droga dei ragazzi”), sarà interesse anche di Sara e di alcuni suoi amici.

Il vicequestore Piazza insieme ai suoi colleghi, Daria Lucente (Rea), Mila Cerin (Alina Nedelea), Conte (Friscia), Anselmo Rocca (Fasolo) e Paolo Corsi (Campitelli), dovrà fermare Ivano Consanti (Stefano Dionisi) il capo dei narcotrafficanti, uomo astuto, sfuggente, e crudele, che tutti chiamano l’Ottavo re di Roma, prima che sia troppo tardi. La squadra dovrà fare i conti con gli sgherri di Consanti, uomini senza scrupoli come Livio Vitale (Memphis), Manolo Bilotta (De Rienzo), Francino (Conti) e Federico Fedeli (D’Anca).

Stefano Dionisi in conferenza stampa ha detto:

La parte più interessante della fiction è quella che riguarda la storia degli adolescenti che si trovano a che fare col problema della droga: non si era mai trattata fino ad ora in maniera così realistica. Anch’io ho un figlio di 13 anni che mi chiede degli stupefacenti che comincia da adolescente a vedere a scuola. Forse questo discorso può risultare terapeutico facendo vedere ciò che accade. Per quanto riguarda i cattivi sono i soliti cattivi che organizzano lo smercio di droga.

Il direttore di Rai Fiction Fabrizio Del Noce ha spiegato:

Questa serie era stata progettata per Rai2, quindi con linguaggi, tematiche e ritmi narrativi diversi. Quando ho visto la prima puntata mi sono reso conto che era proponibile per Rai1 sia per la chiave drammatica ma nuova, non pietista e buonista, sia per il tema della droga e del disagio giovanile. Ottima la regia e il cast che mescola attori noti come Burkhard a giovani esordienti, cosa che ha portato fortuna come con Terra ribelle. La società Beta tedesca ha con noi un’opzione per coprodurre la seconda serie se la storia riscuote successo.

Se cercate una serie nuova, che mescoli l’azione alle storie familiari, non perdetevi ogni domenica su Raiuno alle 21.30 Caccia al re – La narcotici.

Commenti (17)

  1. caccia al re narcotici, un film con troppa tensione, troppo duro
    non e un film da prima serata
    preferisco ris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>