Le Due Leggi, miniserie con Elena Sofia Ricci | Riassunto prima e seconda puntata

di Antonio Ruggiero Commenta

Rai Fiction, insieme a Red Film propone martedì 25 e mercoledì 26 marzo Le Due Leggi, con Elena Sofia Ricci (Adriana), Enrico Ianniello (Andrea), Massimo De Francovich (Misiti), Giacomo Pratelli (Gaetano Bruno), Luigi Petrucci (Di Rienzo), Sara D’Amario (Katia), Anna Melato (Giorgia), Augusto Zucchi (Direttore Generale), Maurizio Lastrico (Pierpaolo), Ilaria De Laurentis (Camilla), Riccardo Zinna (Leccisi), Fabio Bussotti (Serra), Mauro Marchese (Gioielli), Marina Pennafina (Carmela), per la regia di Luciano Manuzzi. Dopo il salto, il riassunto delle due puntate.




Le Due Leggi | Prima Puntata

Sposata ad un pubblicitario, Adriana è la direttrice di una filiale di banca in una piccola città di provincia; tra i suoi clienti c’è Berdini, un imprenditore in crisi al quale Adriana nega la concessione di un prestito perché inaffidabile ma l’uomo, disperato per le condizioni in cui versa la sua azienda, si dà fuoco sotto gli occhi dei dipendenti della banca.

Adriana si sente responsabile e, quando tenta di aiutare la vedova Berdini, scopre che la donna ha già venduto tutto all’imprenditore senza scrupoli Gioielli, il più ricco cliente della banca. Così, trova uno stratagemma spostando temporaneamente somme di denaro da grossi conti correnti con pochi movimenti sui conti dei clienti in difficoltà per farli accedere al credito.

Viene scoperta prima dal suo vice e amico Di Renzo, poi anche da Gioielli che pretende un’ispezione interna: stranamente, Adriana non viene licenziata e, al contrario, i dirigenti della banca le propongono un patteggiamento che le eviterebbe un processo; la donna rifiuta perché intuisce che c’è dell’altro sotto e decide di costituirsi.

 

Le Due Leggi | Seconda Puntata

In carcere dopo l’autodenuncia, Adriana riceve la visita del marito e dell’avvocato che cercano di spingerla a dichiarare la sua infermità mentale, così incontra il nuovo avvocato, Giacomo Pratelli, mandato da Misiti per sgonfiare il caso: piano piano, però, il legale decide di sposare totalmente la causa di Adriana.

In carcere Adriana conosce Katia, condannata per furto dopo esser stata costretta a rubare per pagare le rate sempre più alte del mutuo, che la portano a riflettere sui contratti della sua banca; uscita dal carcere, scopre che i mutui proposti dalla banca sono legati a dei fondi altamente speculativi e a beneficiarne c’è Gioielli e, tra gli altri, anche Misiti: i responsabili della truffa vengono arrestati.

Al processo per appropriazione indebita, Adriana viene condannata con la condizionale. Non ha più al suo fianco il marito: Andrea l’ha lasciata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>