I delitti del cuoco, riassunto terza puntata

di Redazione Commenta

Nella terza puntata della mini serie tv I delitti del cuoco, intitolata Malafemmena, ad Ischia sparisce una ragazza, Claudia, il fratello ne fa denuncia in commissariato ma in quegli stessi momenti in spiaggia vengono rinvenuti sia il vestito che il cellulare della ragazza: in un chiosco sulla spiaggia due testimoni hanno sentito delle urla ma nulla di più. Il commissario Francesco Fattoni (Enrico Silvestrin) porta a Carlo Banci (Bud Spencer) i risultati della scientifica: tracce di scarpa n. 44 e capelli di un parrucchino pregiato. In chiesa intanto un ladro ruba alcuni monili dalla statua della Madonna, Elsie (Sascha Zacharias) vede tutto e lo segue per fermarlo: entra nella sua stanza d’albergo e prende la merce.

Dai tabulati telefonici emerge che Claudia aveva ricevuto una chiamata da Matteo Giugno, imprenditore vinicolo, i due si frequentavano ma l’uomo dice di non sentire la donna da diversi mesi. Serena, la fidanzata di Francesco, gli chiede di sposarlo ma l’uomo non è in grado di dare una risposta, è confuso: al ristorante viene recapitato un pacco con all’interno un tubo di ferro coperto di sangue, è l’arma utilizzata dall’aggressore di Claudia. Il tubo è seriale, è stato venduto insieme ad altri a Piero Lotti amico di Matteo Giugno, che sta costruendo un immobile proprio accanto alla spiaggia dove è stata aggredita Claudia.

Interrogato Piero Lotti afferma di conoscere Claudia, che per un periodo ha lavorato presso la sua azienda: grazie alla moglie di Piero, Francesco scopre che Masetti, amico di Piero e Matteo, era amante di Claudia e che indossa anche un parrucchino. Cozzolino, collega di Francesco, scopre che le scarpe di Masetti sono compatibili con quelle rinvenute sulla spiaggia. Al ristorante intanto il notaio Enzo Pellegrino, spasimante di Margherita, da il tormento alla donna che se ne vuole liberare: falsifica un documento di matrimonio e si fine moglie di un norvegese per allontanarlo.

Elsie rivela a Francesco di essere attratta da lui, ma il ragazzo è convinto che la ragazza sia una suora. Serena viene aggredita durante un appostamento di un sospettato, Francesco, preoccupatissimo, corre da lei e decide di sposarla. I monili della Madonna non sono ancora stati restituiti alla chiesa, li ha Elsie che tenta di fuggire in barca ma poi, vedendo Francesco e Serena insieme, decide di restare per chiudere la faccenda con il ragazzo: è attratta da ciò che non può avere. Carlo recupera da refurtiva da Elsie e la restituisce alla chiesa. Il caso di Claudia viene risolto: sono state le tre mogli ad organizzare il tutto, gelose delle relazioni che la donna aveva con i loro mariti, in tal modo di sarebbero sbarazzate dell’amante e dei mariti.

Seguendo le tre mogli, il commissario giunge in un capannone fuori città dove viene rinvenuta Claudia viva e vegeta: si scopre che Claudia progettava di fuggire in Sud America grazie alla somma di denaro che avrebbe ricevuto dalle mogli. Intanto Elsie si toglie la tonaca e decide di non essere più una novizia. Nel secondo episodio intitolato >Tresette con il morto, il dentista Saverio Molino viene investito mentre stava attraversando la strada da tal Musella, che dice di non averlo visto. Lidia Castagna (Monica Scattin) gioca a poker in una bisca con tre brutti ceffi, tra i quali tal Rinaldi, ma perde una grossa somma: Rinaldi viene rinvenuto morto, intossicato con cianuro. I sospetti ricadono subito su Castagna, che in passato aveva ucciso il marito avvelenandolo.

A casa di Rinaldi viene rinvenuta una microcamera: il video mostra chiaramente Castagna che gioca a poker con la vittima. Anche uno degli altri giocatori conferma che Castagna aveva dei buoni motivi per uccidere Rinaldi, che le aveva portato via anche l’anello d’oro di sua madre: Elsie intanto decide di rubare all’interno di un’agenzia di pegno, per farlo diventa amica di un ragazzo che abita proprio nell’appartamento sopra l’agenzia. Morabito esegue l’autopsia: nello stomaco di Rinaldi non vi sono tracce di cianuro, il veleno è entrato direttamente dal sangue. Elsie mette in atto il suo piano: si cala dal balcone dentro all’agenzia di pegni e prende un pugno di gioielli, che il giorno seguente restituisce ai legittimi proprietari.

Ma ad Ischia le sorprese non finiscono mai, viene rinvenuto anche il cadavere di Belli, un ricettatore e giocatore di poker, anche lui ucciso con il cianuro: la madre della vittima dice che il figlio la sera prima era insieme ad una ragazza ma questa interrogata nega ogni addebito. L’assassino è stato il dentista Saverio Molino, ha inserito alle vittime delle capsule al cianuro per evitare che questi, usurai, gli portassero via la clinica dentistica.

Carlo scopre che è stata Elsie a rubare al banco dei pegni ed a restituire tutto ai proprietari: Francesco da segni di gelosia nei confronti di Elsie, che ha iniziato a frequentare un ragazzo del posto, tale Paolo. Per una nuova puntata de I delitti del cuoco, l’appuntamento è per domenica prossima in prima serata ore 21.20 su Canale 5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>