Antonella Clerici per un talent su Raiuno, Giorgio Mule per il Tg4, Maria Luisa Busi per Mi manda Raitre, Nicola Savino per Raidue, Oliviero toscani lascia Il bene e il male

Foto: AP/LaPresse

Alberto Dandolo di Oggi.it annuncia che sarà Giorgio Mulè a sostituire il dimissionato Emilio Fede alla direzione del Tg4 (nonostante Fedele Confalonieri avesse spinto per promuovere Paolo Del Debbio, attuale conduttore di Mattino Cinque). Fede starebbe decidendo se accettare la buonuscita oppure il ruolo di opinionista politico nei Tg Mediaset.

UPDATE: Giorgio Mulè durante l’Alfonso Signorini Show di RMC ha Smentito: “Giuro, questa storia non solo non è vera, ma mi dispiace perché la notizia esce in un momento sicuramente delicato . Come sai, sono a Panorama, sono in Mondadori sto bene e stiamo lavorando tanto

Maria Luisa Busi dovrebbe condurre la nuova serie di Mi Manda Raitre in onda presumibilmente nei mesi di maggio e giugno. A rivelarlo è Alessandro Fornettini di dituttounblog.com.

Antonella Clerici starebbe pensando di condurre un talent show a settembre su Raiuno (fonte OGGI):

… credo che prima o poi sia giusto che anche RaiUno abbia il suo talent show per far approdare i vincitori a Sanremo. Spero di farne uno a settembre. Un serale, uno show musicale propedeutico. Ma è ancora tutto in divenire.

Nicola Savino, che pare sia stato estromesso da Colorado, potrebbe tornare in Rai per condurre in primavera I Love Italy, il game show sperimentato da Raidue (guidato da Claudio Lippi), durante il periodo natalizio. (fonti: TvBlog / Davide Maggio)

Oliviero Toscani ha rivelato a Marco Lillo de Il fatto quotidiano, che non ha intenzione di lavorare a Il bene e il male, la trasmissione che dovrebbe esordire ad aprile su Raiuno, condotta da Vittorio Sgarbi:

E’ vero che la mia richiesta era alta, ma avrei ricoperto più ruoli e si poteva anche chiudere. Alla fine, solo per fare il direttore artistico mi hanno offerto 80mila euro. Non ho trattato nemmeno. Non volevo più far parte del progetto. Punto. Lo sa di chi è la colpa? Degli italiani, un popolo di tele-idioti. Qui non si può fare arte in Tv. .. Vittorio Sgarbi farà Sgarbi. Punto. E’ una delle persone più liberi e intelligenti che io conosca. Il più grande spreco di intelligenza al mondo. Se difende Berlusconi e attacca i giudici lui lo fa perché è garantista. Non per trarne vantaggio. Non c’è spazio per l’arte in questo clima. E’ onesto intellettualmente, non è questo il problema. Sono gli altri che lo stanno strumentalizzando. E’ chiaro che l’obiettivo della dirigenza Rai è fare una trasmissione filo-berlusconiana. Io mi chiamo fuori.

Vittorio Sgarbi ha replicato (fonte QN):

Si è molto discusso di questioni estetiche, sulla scenografia e sulla regia Toscani aveva preteso di essere il solo autore e direttore artistico e ha posto immediatamente il veto a Filippo Martinez, regista totalmente anarchico ed autonomo che gli ha lasciato il campo senza nulla chiedere. Allo stato del programma e senza alcun mutamento nelle richieste e nei rapporti con la Rai e nello stato dell’arte del programma, Toscani ha fatto la sua richiesta economica per definire il suo contratto rispetto al progetto, che non è da allora in alcun modo mutato. Ha chiesto 300.000 euro per sei puntate. Nella trattativa la Rai gliene ha offerti 100.000 e lui ha rifiutato soltanto per ragioni economiche. Quello che leggo oggi è falso, insultante, irreale perché dall’ultima riunione con lui e con Vulpio non è più stata fatta alcuna riunione sui contenuti del programma. Chiederò alla Rai di rivalersi su Toscani chiedendogli i danni per le intimazioni e falsità da lui espresse. Mi riservo anch’io in sede civile di chiedergli i danni in misura proporzionale al danno di immagine che egli, benchè meno efficace di un tempo, può aver provocato non a me, ma al programma. Restando incerto, prima di procedere, se aspettare che mi tradisca senza ragione e a freddo per la terza volta.

Lascia un commento