Le Invasioni Barbariche, intervista a Fabio Volo

di Fabiana Commenta

Ospite di Daria Bignardi a Le Invasioni Barbariche in onda su La 7, Fabio Volo, presentato come uno dei 40enni più affascinanti d’Italia, racconta la paternità del piccolo Sebastian nato dalla relazione con la fidanzata Johanna.

 

E sembra la nascita del bambino l’abbia davvero cambiato.

La pace dei sensi? Il bambino occupa molto tempo e spazio. La sessualità con mia moglie non è così centrale in questo periodo. Mio figlio mi segue ovunque. Sono innamorato di questa vita. Sono stanco morto ma è bellissimo. Voglio fare altri 5 figli.

Non si sa se la fidanzata sarà d’accordo con il suo programma, ma intanto Volo sa già come voler educare suo figlio.

Se mio figlio mi chiederà un giorno chi è Dio, gli risponderà che Dio è quello che vuoi fare. Il talento è il diritto che ognuno di noi ha di seguire la propria vocazione. Con le donne, scelgo di essere spontaneo. Nella mia vita, ho fatto tutto bene, spero di fare bene anche nell’aldilà. A mio figlio, non insegnerò mai il concetto di fortuna. 

Poi qualche riflessione su chi lo detesta.

Perché ce l’hanno con me? Perché quando vedi un cogl*one che ce la fa, ti rode, è normale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>