X Factor 7, semifinale: La Classifica di Cinetivù

di Redazione Commenta

Questa settima puntata di X Factor 7 è stata molto importante per i concorrenti, poiché hanno avuto modo di mostrare per la prima volta in assoluto un loro inedito. La classifica della settimana, quindi, sarà interamente dedicata agli inediti dei cinque semifinalisti.

1) MICHELE – La vita e la felicità: inutile negarlo, la grande firma si sente e pesa parecchio nel confronto con gli altri inediti. Tra i cinque pezzi è indubbiamente quello che possiede una costruzione complessiva migliore, non solo nella melodia ma anche nel testo. Sarà sicuramente il pezzo maggiormente passato dalle radio e – va detto – la voce di Michele contribuisce a migliorare notevolmente la canzone. Certo, presentare un cantante con un pezzo di Tiziano Ferro e gli altri quattro con dei signor nessuno, risulta poco equo. D’altra parte, la gestione Sky di X Factor ci ha abituati alla solita minestra riscaldata: il vincitore si becca l’inedito con l’autore più famoso, agli altri restano le briciole. In definitiva: bel pezzo ma vittoria (che arriverà) aiutata grazie all’inedito e alle tante clip favorevoli a Michele.

 

2) VIOLETTA – Dimmi che non passa: bel pezzo country scritto in italiano e che, quindi, risulta fresco e originale per il panorama musicale del nostro Paese. Il testo, nel complesso, risulta abbastanza banale e forse in quest’ottica si poteva lavorare un po’ di più. Se l’intento era quello di descrivere l’amore in modo spensierato ci sono riusciti, ma non è detto che il risultato sia egregio. Onestamente – pur non disprezzando il pezzo – credo che si potesse scegliere di meglio per il talento di Violetta (che poi si è rifatta alla grande nella seconda manche).

 

3) ABA – Indifesa: canzone che musicalmente vale tantissimo. Risulta orecchiabile, coinvolgente e per nulla banale. Il problema fondamentale è il testo, che sembra buttato su due piedi senza un minimo di lavoro serio e consapevole. Un po’ come quando si fa l’albero di Natale in fretta e furia: si, hai gli addobbi in casa, ma il risultato non ti soddisfa. La sensazione è che questo inedito in inglese avrebbe reso cento volte di più.

 

4) APE – Invisibili: titolo abbastanza profetico, volendo esagerare. Non che gli Ape siano invisibili, anzi, ma nelle ultime puntate il loro livello si è abbassato notevolmente, facendo emergere altre personalità (vedi Aba). Anche il loro inedito non convince del tutto, un misto tra pop, rap e rock che nel complesso non sa di nulla. Mi aspettavo qualcosa di esplosivo che, purtroppo, non è arrivato.

 

5) ANDREA – Venerdì: non era mai andato al ballottaggio ed è stato eliminato proprio quando ha presentato l’inedito. Sarà un caso? Io direi di no, data la banalità del testo. Un vero peccato, una voce stupenda sprecata con un inedito mediocre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>