Telecinco: la tv dei reality

di Redazione 1

Il canale più seguito in Spagna è certamente Telecinco, dal 2002 gestito dalla Grupo Gestevisión Telecinco, società del Gruppo Mediaset. “Nos vemos en Telecinco“, “Ci vediamo su Telecinco“, recita lo slogan dell’emittente che ha come presidente Alejandro Echevarria, mentre Paolo Vasile ricopre il ruolo di direttore generale. La sede si trova a Madrid nel distretto di Fuencarral, la concessionaria della pubblicità è Publiespaña.

Telecinco nasce il 10 marzo del 1989, mentre la prima trasmissione ufficiale è del 3 marzo 1990, con protagonista Miguel Bosé e Victoria Abril, come è facilmente intuibile dal nome e dal successivo assetto societario il canale assume fin da subito le senbianze dell’omonima consorella italiana, rispecchiandone la programmazione e il logo.

Il palinsesto di tipo generalista propone telefilm di successo come Twin Peaks e programmi come Il Pranzo è servito ovvero Entre platos anda el juego, Forum cioè Veredicto, La grande sfida, La batalla de las estrellas, Il gioco delle coppie, ¡Vivan los novios!. Sempre nel 1990 prende il via il notiziario, Entre hoy y mañana poi nel ’97 Informativos.

Nel 2002 il Gruppo Mediaset diventa socio di maggioranza e dal 2004 il marchio viene quotato in borsa, oltre che per i programmi sportivi, in particolare la Formula 1 di cui il canale ha detenuto i diritti fino allo scorso anno, Telecinco è concosciuta come la tv dei reality in particolare il Gran Hermano (Grande Fratello) Supervivientes, La Casa de Tu Vida, Glam Hotel, Gran Hermano VIP, Operaciòn Triunfo.

Dalla Spagna sono arrivati format di successo come Un Medico in Famiglia, I Cesaroni, 7 vite, mentre su Telecinco è andato in onda l’equivalente del nostro Affari Tuoi, la serie tv Yo Soy Bea ovvero Ugly Betty spagnola che si ispira a un format colombiano e Mujeres y hombres y viceversa, versione iberica di Uomini e Donne. Notevole successo ha ottenuto il programma Guinness World Record ovvero Lo Show dei Record, già trasmesso anche in Italia con la conduzione di Barbara D’Urso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>