Canale 5: il preserale è una scommessa per gli spettatori

di Redazione 6

C’era una volta il preserale di Canale 5, quello che ti accompagnava al Tg5 delle 20, quello che tutti seguivano e che mandava all’aria ogni tipo di concorrenza, specialmente quella di Raiuno.

Erano gli anni di Passaparola e di un nuovo quiz: Chi vuol essere miliardario (poi trasformato, insieme alla valuta del montepremi in Chi vuol essere milionario).

C’era una volta, ora non c’è più, da molto tempo manca: dopo i flop di Formula segreta, Fattore C, 1 contro 100 e 50-50 e l’evidente flessione di Chi vuol essere milionario (di cui stanno preparando qualche decina di puntate da mandare in onda questo autunno), ieri sera si Canale 5 ha raschiato il fondo del barile.


Alle 18.50 di ieri, ci riferisce Davide Maggio nel suo blog, non è andato in onda una puntata della quarta serie di Everwood, ma nuovamente Jackpot in replica, a causa degli scarsi riscontri di pubblico che aveva ottenuto la puntata di lunedì.

A questo punto viene da chiedersi che cosa voglia fare la prima televisione di Mediaset, perché a quanto pare gongola e pure troppo: se in piena estate si permettono di cambiare la programmazione del preserale, lasciando lo spettatore totalmente allibito, cosa faranno quando in autunno, prenderanno ogni sera una batosta da L’eredità?

Perché il pubblico dovrebbe tornare a guardare Canale 5 dalle 19 alle 20, se è un terno al lotto indovinare quello che verrà trasmesso?

Commenti (6)

  1. no comment pure io….non si può pensare di vincere sempre….chi vuol essere milionario non batteva mai l’eredità ma almeno non c’era un grandissimo distacco di punti di share come c’è con jackpot, 50-50, 1 contro 100…
    io cmq penso che 1 contro 100 era un bellissimo programma che non funzionava per niente male ed il meccanismo è molto semplice (IO NON HO ANCORA CAPITO COME FUNZIONA L’EREDITà) però il problema stava nel conduttore….forse sarebbe meglio togliere amadeus e mettere qualcun altro…io nn vedrei male un ritorno di mike buongiorno….tutte le casalinghe sarebbe sintonizzate su canale 5….no?

  2. Che ridicoli, ancora c’è gente che accende il televisore per vedere cavolate?

  3. Ma il bello, divertente e culturale Passaparola dov’è finito?

  4. IoIoIo, sfondi una porta aperta: Passaparola, rinnovato, ma con giochi simili a quelli di una volta straccerebbe la concorrenza.
    La gente non sopporta più i programmi pseudo intellettuali con risposte multiple. Quando torna a casa dal lavoro vorrebbe anche divertirsi un pò.

  5. Io non guardo Avanti un Altro!, ex programma che rappresentava il mix tra il gioco e la comicità che, nonostante numerosi scontri sempre di più rissosi e litigiosi, non vedeva mai più luce anche se non è mai stato piaciuto nemmeno a tutti a causa di ascolti molto negativi, in calo e troppo bassi e dei vari momenti di polemiche, sfortune nere, pollici in basso, sbadataggine, distrazione, pensierosità, preoccupazione, dispiacere, rammarico, tormento, pena, mestizia, tristezza, negatività, velenosità, disperazione, malinconia, cruccio, afflizione, doglianza, angustia, infelicità, supplizio, patimento, desolazione, patema, duolo, croce, accoramento, critiche negative, ascolti in rosso negativo, in calo e numerosi share troppo bassi, fischi e insulti di pubblica umiliazione dal pubblico che lo cacciano dalla televisione per strozzature, inganni e menzogne sulla crisi di nervi tra attacchi di rabbia che nonostante l’impostazione di alcuni regolamenti troppo cattivi, irrigiditi e assurdi, norme troppo stringenti, punizioni troppo corporali oppure ingiuste in cui il pubblico se la prende spesso con un conduttore e tutti i personaggi interpretati da attori entrambi non meglio noti ed un Mini mondo dall’aspetto insolente, maleducato, non molto bravo, non molto scherzoso, perfido, malvagio, avido, diabolico, crudele, spietato e corrotto a causa di urla minacciose e troppo brusche, prese maleducatamente in giro molto cattive, insulti in tutti i mezzi di comunicazione, manipolazioni tiranniche, linguaggi volgarmente scurrili troppo pieni di bestemmie e parolacce tutte presenti nei turpiloqui in mezzo romano e mezzo siciliano nei dialetti di tutti e tre i fronti italiani con la erre troppo moscia come parlano spesso i transalpini, i francesi, i tedeschi, gli austriaci e gli svizzeri italiani oppure stranieri con l’uso della lingua anglo nordamericana, risse e litigi tra scuole d’Italia e nel mondo che vengono licenziate in tronco se non ce la faranno a comportarsi per bene e che fanno infrangere e rompere tutto il regolamento cattivo ed ingiusto detto dagli insegnanti che si mettono a litigare ed insieme a tutte le classi che si picchiano a vicenda prima delle loro chiusure per licenziamenti a causa dei loro comportamenti del tutto peggiorati ed esagerati fino alla sospensione immediata se l’ex Bonas Sara Croce potrebbe essere la prossima, futura e nuovissima opinionista di Barbara D’Urso con Pomeriggio Cinque. Meglio vedere Carlo Conti, Alessandro Greco, Marco Liorni e Flavio Insinna con L’Eredità di RAI 1 e Chi vuol essere milionario, Bravo Bravissimo e Genius: il Campionato dei Piccoli Geni con il mitico Gerry Scotti sugli schermi di Canale 5 che sono campioni di ascolti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>