Jackpot

di Enrico Nanni 6

In onda da lunedi 26 maggio, arriva Jackpot, il nuovo gameshow che occuperà la fascia preserale (18.50) e che segna il ritorno di Enrico Papi a Canale 5. Non c’era particolare odore di novità nell’aria quando è stato annunciato, e le aspettative non sono state deluse.

Il gameplay si svolge attorno a quella che è in un certo senso la madre di tutti i giochi: la roulette. Intorno a una roulette gigante composta da venticinque caselle si snoda il gioco, ricalcando vagamente l’atmosfera che si crea intorno all’analogo tavolo presente nel casinò.

La roulette ha il suo fascino, e l’abbiamo vista girare in numerosi contesti televisivi, ora piazzata in verticale, ora nella posizione classica, sdraiata in orizzontale. Ma la solfa è sempre la stessa.


E’ infatti necessario che il numero che esce sia quello giusto. E in questo caso, maggiore è, meglio è. Questo perché il numero che esce viene moltiplicato per mille al fine di determinare l’entità della vincita in caso di risposta esatta.

Vi è anche la possibilità di fermarsi sul Jackpot e accumulare denaro, altrimenti si perde, e se si finisce sulla casella “out” si finisce addirittura fuori dal gioco.

Anche le domande che vengono poste per assicurarsi le cospicue vincite non sono in fin dei conti niente di nuovo: domande di cultura generale per rispondere alle quali il concorrente deve avere una preparazione culturale di buon livello, ma tutto sommato niente di devastante.

Accanto ad Enrico Papi troviamo, nella conduzione di questo quiz Karina Michelin, bellissima brasiliana di origine italiana vincitrice del concorso Miss Italia nel Mondo 2006, passata già per gli studi televisivi di La7 sul palco di Markette.

Il gioco è divertente, e come in molti quiz di questo tipo possono venire a crearsi situazioni di tensione legati al rischio di perdere tutto ciò che si è faticosamente guadagnato fino a un dato momento.

Questo accade fondamentalmente perchè il gioco è tutt’altro che basato solo sulle abilità e sulla preparazione dei concorrenti, la fortuna ha infatti un ruolo di primissimo piano,a volte anche nel decidere sul “tutto o nulla” di certe situazioni un po’ sul filo.

Chiaramente la ripetitività viene quasi da sè, specie dopo aver visto un po’ di puntate, nel momento in cui le situazioni che inizialmente sono delle novità tendono drammaticamente a ripetersi.

Del resto è a questo che ci hanno assuefatto nel preserale, quindi non abbiamo un granchè da lamentarci. Si spera sempre però in qualche battuta e in qualche scherzo in più per ravvivare la situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>