Sanremo 2014 secondo Baudo, Littizzetto e Zoccarato

di Antonio Ruggiero Commenta

Mancano poche ore all’inizio del Sanremo 2014 di quest’anno e per prepararci all’evento, vi proponiamo alcune dichiarazioni di Pippo Baudo, Luciana Littizzetto e Maurizio Zoccarato subito dopo il salto.

Iniziamo con Pippo Baudo, che ai microfoni di Radio Montecarlo ha dichiarato:

Quelle di Sanremo sono canzoni che durano poco. Ai nostri tempi le canzoni duravano anni, le canti ancora oggi. Oggi queste canzoni dopo un mese te le sei già scordato perché non significano niente. La selezione viene fatta in maniera molto frettolosa e pigli gli scarti delle cose che sono andate altrove.

Sempre a Radio Montecarlo, la Littizzetto, ospite dell’Alfonso Signorini Show, ci ha anticipato:

Con la Carrà non balleremo il tuca tuca e nemmeno Quanto è bello far l’amore da Trieste in giù, ci sarà un altro ballo. Raffaella canterà molto, farà un sacco di canzoni.

Infine, ai microfoni di RTL 102.5, il sindaco di Sanremo Maurizio Zoccarato ha parlato dell’improvvisata di Beppe Grillo al Festival:

Vedo tutti preoccupatissimi per Beppe Grillo, specialmente le Forze dell’Ordine, per questa improvvisata che dovrebbe fare, ma da quello che sappiamo anche dall’Ariston non dovrebbe essere tanto un’improvvisata perché ha già comprato due biglietti; noi siamo del tutto contenti, se non avesse trovato i biglietti glieli avrei ceduti io molto volentieri e secondo me sarà un bel festival, lo si vede dalla richiesta di biglietti che è molto più alta rispetto all’anno scorso e mi sembra che anche gli addetti ai lavori siano in numero maggiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>