Sanremo 2011, Pupo voleva cantare Italia Amore mio, Battiato non partecipa per vincere

di Redazione 1

Foto: AP/LaPresse

Sanremo 2011: il cast si conosce, i big sono stati annunciati … mancano gli ospiti. Di sicuro non ci sarà Pupo che ieri, durante la sua trasmissione radiofonica Attenti a Pupo, si è lamentato del fatto che la sua Italia amore mio non è stata inserita tra i brani che celebreranno i 150 dell’Italia. Il conduttore dice (fonte Libero):

Perché tra le canzoni scelte per la serata dedicata ai 150 anni dell’Unità d’Italia non c’è Italia, amore mio? Una tiratina d’orecchie a Mazzi e a Morandi gliela devo fare per la scelta della canzoni che verranno cantante durante la serata per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Oltretutto la mia è stata una canzone antesignana, infatti già un anno fa parlava dell’Unità d’Italia.

Chi a Sanremo ci sarà è invece Franco Battiato, in gara con Luca Madonia. Il cantautore ricorda a QN:

Anche se in passato sono stato ospite e ho partecipato alla rassegna come autore, non vado certo a Sanremo per concorrere, anche perché non possiedo uno spirito competizionistico. Quindi non è certo la velleità di mettermi in mostra o di vincere che mi spinge sul palcoscenico, quanto il desidero di stare accanto a un amico.

A Guido Guidi Guerrera, che gli domanda cosa pensa del fenomeno X Factor, Franco Battiato risponde seccamente:

Niente, perché ciò che mi suscita è il più assoluto disinteresse.

Commenti (1)

  1. Pupo si chiede: “Perché tra le canzoni scelte per la serata dedicata ai 150 anni dell’Unità d’Italia non c’è Italia, amore mio?”
    Per lo stesso motivo per cui (nonostante sia arrivato secondo al festival di Sanremo), il brano non mi pare sia stato trasmesso di continuo in radio o su MTV e simili. Dopo Sanremo, non c’è stato un adeguato strascico mediatico. Forse questo è successo perchè a detta di molti “italia amore mio” non è abbastanza… contemporaneo… OH, INSOMMA! Tagliamo la testa al toro: a me fa accapponare i capelli. Appena hanno finito di cantare c’è stata una vera e propria reazione immunitaria della nazione, una resistenza che non si vedeva dalla Seconda Guerra Mondiale. A quanto pare questo brano ha spopolato in Russia, suppongo che saranno i russi ad usarlo per le celebrazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>