Napoli prima e dopo 2009, su Raiuno Caterina Balivo presenta la musica partenopea

di Redazione 3

Questa sera su Raiuno alle 21.20 va in onda la ventisettesima edizione di Napoli prima e dopo, la manifestazione canora dedicata alla musica napoletana, prodotta da Pino Moris, che si è tenuta nell’incantevole scenario del Grand Hotel La Sonrisa di Sant’Antonio Abate.

Gli ospiti che si sono alternati sul palco per eseguire alcuni brani della tradizione partenopea, presentati da Caterina Balivo (confermata alla guida del programma per la terza volta) e accompagnati dalla grande orchestra Augusto Visco diretta dal maestro Enzo Campagnoli, sono: Gloriana (Tammuriata Nera e la sigla di coda A Canzone ‘e Napule), Amil Stewart (Munasterio e Santa Chiara), Al Bano, Fausto Leali, Lola Ponce, Matia Bazar (Canzuncella), Povia (Chella llà), Manuela Villa, Luisa Corna, Peppino Di Capri (unico che ha potuto cantare un pezzo in italiano,”Perché è un grande e gli si può concedere qualsiasi cosa” dice Pino Moris”), Annalisa Minetti (‘na serata e maggio), Giacomo Rizzo, Sal Da Vinci, Antonello Rondi, Bruno Venturini e Stefano Artiaco.

Inoltre, in collegamento dalla tendopoli Collemaggio de L’Aquila, presentato dall’attrice Lara Sansone, si è esibito anche Gigi D’Alessio, che ha interpretato Addo’ so ajere. Sono stati ospiti della serata anche l’attore Raoul Bova, l’attrice Nancy Brilli (madrina della manifestazione) e il direttore di Chi e Tv Sorrisi e Canzoni Alfonso Signorini.

L’organizzatore della manifestazione Pino Moris, parlando del programma, che vanta la collaborazione dell’assessorato al Turismo della Regione Campania e dell’Ente Provinciale per il turismo di Napoli, rivela come è riuscito a riproporre lo spettacolo (fonte Metropolis web). Attenzione:

Regione Campania a parte, le istituzioni locali come il Comune di Napoli non ci sono vicine. Sono riuscito a realizzare il programma grazie alla spinta dei miei amici politici in Reegione.

Il programma viene trasmesso ancora una volta in prima serata a seguito del gran successo dello scorso anno con il 22,20% di share (quasi quattro milioni di telespettatori).

Se vi piace la canzone napoletana e non volete fare a meno di ascoltarla, non perdetevi questa sera su Raiuno Napoli Prima e Dopo 2009, il concerto simbolo della città partenopea (regia di Riccardo Di Biasi e balletti curati dal coreografo Roberto Croce).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>