Gran Concerto, su Raitre torna la musica classica per bambini

di Giulia Tarroni 4

ok

Questa mattina su Raitre alle 9.10 torna Gran Concerto, il programma musicale dedicato ai bambini,  giunto alla seconda edizione, composto da tredici puntate, pensate per avvicinare i piccoli ascoltatori alla musica classica.

I protagonisti della trasmissione sono proprio loro: bambini dai cinque anni di età in su che si divertono con le sette note, in piedi sul podio a dirigere una vera orchestra, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta da Alessandro Milani, presso l’Auditorium Rai Arturo Toscanini di Torino. I piccoli protagonisti si avvicineranno passo a passo alla musica, seguendo i ritmi, imparando a conoscere gli strumenti musicali, il tutto sulle note delle più famose arie classiche, da Mozart a Bach.

Il programma, presentato nuovamente da Alessandro Greco, scritto e curato da Raffaella Carrà e Sergio Japino con la collaborazione di Caterina Manganella e Loredana Lipperini è innovativo perché permette ai bambini di interagire con il mondo musicale, spesso sconosciuto e lontano dalla realtà quotidiana.

Avvicinare i bambini alla musica classica costituisce  oggi uno degli impegni prioritari di tutte le istituzioni musicali e non del nostro Paese: non soltanto perché la musica, come è stato dimostrato da decenni di studi, contribuisce significativamente allo sviluppo cognitivo dei bambini, ma perché  è parte fondamentale della nostra cultura, come ricordano gli autori del programma.

Gli stessi spiegano che la filosofia del programma è quella della musica come divertimento, per far scoprire ai più giovani una semplice verità: anche la musica classica, al pari di quella che per lo più i giovani conoscono e amano oggi, è nata con lo scopo principale di intrattenere, divertire, rendere più bella la vita di ogni giorno.

Oltre alla musica squisitamente classica i protagonisti del Gran Concerto potranno divertisi creando e vedendo coreografie, o riconoscendo le colonne sonore di tanti film, spesso tratte da famosissime opere.

Commenti (4)

  1. Sono felicissima di questo bel programma dedicato ai bambini, bravi non demordete. Anzi se fosse possibile dovrebbe durare ancora Di più. Ho 3 nipoti, di 3 anni 20 mesi e 16 mesi. I primi due lo vedono sempre senza maI staccarsi dal video, il primo è molto appassionato e ama gli strumenti a fiato. Quindi vi prego fate che questo programma non solo non vada perso, ma incrementarlo sempre più. Noi utenti vi saremo vicino e aiuteremo in tutto ciò che è possibile. Nel ringraziarvi tutti soprattutto Raffaella arrà, Sergio Japino e Alessandro Greco, vi siamo vicino . Un grande saluto Franca insieme ai suoi nipotini

Rispondi