Linea Verde: lo storico programma della Rai da domani con Massimiliano Ossini

di Redazione 4

Domani, su Raiuno alle 12.20, ricomincia Linea Verde, la trasmissione che da più di 50 anni racconta il mondo dell’agricoltura e dell’ambiente.

Ogni puntata sarà incentrata su un tema specifico, che verrà trattato con interviste e testimonianze raccolte sul posto da Massimiliano Ossini (che abbiamo intervistato qualche giorno fa), per il terzo anno consecutivo al timone del programma, e con contributi filmati. Non solo: ogni domenica ci sarà uno spazio riservato all’attualità e alle novità del settore.

Per spiegarvi la prima puntata, vi riporto la mail, che mi ha inviato Massimiliano e che potrete trovare anche sul suo rinnovato sito.

Ottobre, tempo di vendemmie e di vino. Per la prima puntata di Linea Verde, in onda il 5 ottobre prossimo su RAIUNO, abbiamo deciso di scendere molto a sud, in Sicilia, precisamente in provincia di Agrigento. Per andare, appunto, a vendemmiare. Sulla spiaggia di Menfi, in compagnia dei bambini della locale scuola elementare, abbiamo partecipato ad una vendemmia di Sirah con la giovane imprenditrice Marilena Barbera, che ci ha spiegato il successo della più grande cooperativa vitivinicola siciliana, la Sottesoli. Ci siamo spostati poi a Sciacca, piccola capitale delle alici sotto sale, per vedere come si conserva il pesce azzurro. E, soprattutto, per capire perché è così importante consumarlo abitualmente…
Poi un grande ospite, pensate, un irlandese innamorato dell’Etna. Mick Hucknall, il rosso leader dei Simply Red, ci ha aperto le porte della sua tenuta, “Il cantante”, alle falde della “muntagna” per mostrarci le sue vigne di Nerello Mascalese…
E spiegarci, insieme all’enologo Salvo Foti, quali siano le caratteristiche dei vini rossi coltivati a 800 metri su terreni vulcanici. Immancabile il volo in elicottero.
In compagnia di Jose’ Rallo, imprenditrice vitivinicola, titolare dell’azienda Donnafugata, abbiamo sorvolato la Valle dei Templi e il parco archeologico di Selinunte, discorrendo sul futuro dei vini siciliani e sulle strategie per conquistare i grandi mercati internazionali.
Infine un’altra vendemmia, questa volta meccanizzata, presso una delle più vivaci e giovani aziende siciliane, quella dei Planeta. Alessio Planeta, raspo alla mano, ha mostrato perché questo tipo di raccolta non sia da considerare meno “nobile” e come macchine tipo la deraspatrice non rovinino gli acini d’uva.
Gran finale poi nella tenuta di famiglia di Menfi, con le arzille (e ottuagenarie!) zie Planeta ai fornelli, coadiuvate dalla new entry Daniele Mereu, giovane chef.
Consiglio della puntata all’insegna del vogliamoci bene (ogni settimana ne daremo uno!): Mangiate pesce azzurro! Costa poco e fa bene…

Per chi lavora a contatto con la natura, ma anche per chi semplicemente la ama, l’appuntamento è da domani, ogni domenica alle 12.20, su Raiuno.

Commenti (4)

  1. Appassionatissimo di agricoltura, seguo con interesse la Sua trasmissione, ma domenica 1 novembre c.a. non sono riuscito a localizzare la fattoria dei prodotti alimentari biologici e la località del sig. Roberto Albanese istruttore conofilo.
    Ottima cosa elencare e descrivere i prodotti, ma è indispensabile nominare più volte le singole e diverse località presso le quali avviene la trasmissione, semplicemente perchè non si è sempre pronti alla trascrizione.
    Ringrazio per l’attenzione e porgo cordialità. Ambrogio Ripa

  2. @ RIPA AMBROGIO:
    RIPA AMBROGIO dice:

    Appassionatissimo di agricoltura, seguo con interesse la Sua trasmissione, ma domenica 1 novembre c.a. non sono riuscito a localizzare la fattoria dei prodotti alimentari biologici e la località del sig. Roberto Albanese istruttore conofilo.
    Ottima cosa elencare e descrivere i prodotti, ma è indispensabile nominare più volte le singole e diverse località presso le quali avviene la trasmissione, semplicemente perchè non si è sempre pronti alla trascrizione.
    Ringrazio per l’attenzione e porgo cordialità. Ambrogio Ripa

  3. domani alle 20’30, su blustartv,emittente tarantina, verranno trasmesse immagini e commenti riguardanti,le condizioni di degrado intorno al cimitero di taranto.volendo,potete chiedermi, foto e informazioni,a riguardo,come informazioni e foto su aree degradate,a taranto.antonio stola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>