Articolotre su Raitre con Maria Luisa Busi

di Diego Odello 16

Da questa sera su Raitre andrà in onda Articolotre, il nuovo programma d’attualità condotto dal’ex anchorwoman del Tg1 Maria Luisa Busi, ispirato al terzo articolo della nostra Costituzione che sancisce l’uguaglianza formale e sostanziale tra tutti i cittadini. La trasmissione ogni settimana racconterà storie di cittadini, giovani e anziani, uomini e donne, lavoratori e disoccupati, immigrati e pazienti, che hanno subito un torto da qualcuno, attraverso il confronto tra le vittime e le controparti.

Non solo: in ogni puntata si cercherà, attraverso un’informazione mirata e intelligente, di aiutare il consumatore a scegliere le strade migliori per farsi rispettare, per difendere i propri diritti e per sfruttare nuove forme di consumo più eque e sostenibili, così da potersi districare meglio nel complesso mondo fatto di banche, assicurazioni, industrie, commercianti, telefonia, agenzie di viaggio, agenzie immobiliari, finanziarie, aziende erogatrici di energia e di acqua, aziende che smaltiscono i rifiuti, televisioni, carta stampata e Internet.

Fanno parte del cast dei collaboratori di Articolotre: Gherardo Colombo direttore editoriale della Garzanti, Guido Bolaffi direttore di West, rivista on-line sul welfare in Europa, l’avvocato penalista Mario Casellato, Rosanna Massarenti direttore della rivista Altroconsumo e l’avvocato civilista Alessandra Livi.

Maria Luisa Busi dice:

Si può ancora partire dalle storie delle persone, dei diritti negati per raccontare questo Paese perché c’è un’Italia che non conosciamo, ma che esiste e che non viene raccontata. Con Articolotre, andremo a scoprire le radici delle ingiustizie partendo proprio dalle persone e dai luoghi dove i loro diritti sono stati offesi. Parleremo con i protagonisti del mondo del lavoro, del precariato, con le vecchie generazioni costrette a dare aiuto anziché riceverlo dai propri figli che non sono affatto dei bamboccioni, ma che non possono nemmeno permettersi un appartamento in affitto. Faremo inchieste nel mondo della sanità, parleremo del diritto ad essere curati bene, dell’assenza del welfare, delle mortificazioni subite dalla ricerca.

Per partecipare alla trasmissione e segnalare truffe, abusi e ingiustizie, il programma mette a disposizione un numero verde, 800 550213, e una mail, [email protected].

Se cercate una trasmissione che difenda i vostri diritti, logica evoluzione di Mi manda Raitre, non perdetevi ogni venerdì su Raitre alle 21.05 Articolotre (un programma di Maria Luisa Busi, Alessandro Garramone, Filippo Nanni, Anna Pagliara, Sara Veneto; regia di Maurizio Fusco).

Commenti (16)

  1. Il ministro di giustizia Dott. Angelino Alfano ha incredibilmente deciso di ignorare evidenti reati commessi da diversi giudici nonostante gli abbia personalmente fornito le prove di quanto mi stava accadendo.
    Tale comportamento a fatto si che le quattro cause civili che ho dovuto attivare sin dal lontano 2003 non abbiano ancora il conforto di un qualche giudice che porti finalmente a termine il PRIMO grado di giudizio (alla faccia del tanto auspicato “processo breve”).
    Ciò facendo il Ministro, e lo Stato che egli rappresenta, sta volutamente calpestando ed ignorando sacrosanti diritti contenuti nella “CARTA DEI DIRITTI FONDAMENTALI DELL’UNIONE EUROPEA (Art. 41 punto 1 e punto 2 c) ).

    Se state cercando INGIUSTIZIE o SOPPRUSI, quanto mi stà capitando penso possa rappresentare sicuramente al meglio ciò che un cittadino Italiano si può aspettare dalle propie ISTITUZIONI.
    Nell’interesse di tutti i cittadini Italiani mi può aiutare a rendere pubblica tale paradossale situazione?
    Conte Cesare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>