Reputescion: Andrea Scanzi torna su La3 con Vladimir Luxuria. Frecciatina a Fabio Fazio: “Ha rifiutato il mio invito”

di Marcello Filograsso Commenta

Andrea Scanzi raddoppia. Il giornalista de Il Fatto Quotidiano torna su La3 con Reputescion il lunedì ed ora anche il giovedì sera alle 22.30. Si apre con Vladimir Luxuria, poi arriveranno Claudio Lippi, Alessandro Di Battista, Cristina Parodi, Matteo Renzi e tanti altri.È lo stesso Andrea Scanzi ad annunciare il suo approdo in tv (ma non si usa più l’ufficio stampa?):

Stasera ripartirà Reputescion, il programma che conduco su La3. Il successo della prima edizione ci ha spinto a continuare. Stesso orario e stessa rete (La3 ore 22.30). Canali Sky 143, digitale terrestre 134 e in streaming sul sito de La3.
Quest’anno, addirittura, raddoppieremo. Due appuntamenti a settimana, lunedì e giovedì sera, seconda serata, ore 22.30. E poi repliche, per tutta la settimana. Ventiquattro puntate, da stasera a dicembre. Trentacinque minuti di faccia a faccia con ospiti spesso diversissimi tra loro. Il primo ospite, stasera, sarà Vladimir Luxuria. Vedrete poi, tra i tanti, Peter Gomez e Antonello Piroso, Cristina Parodi e Tania Cagnotto, Red Ronnie e Claudio Lippi, Alessandro Di Battista e Giampiero Mughini, Rossella Brescia (che accetterà la cattedra di trampling che vi avevo promesso, qualora avessi vinto i Tweet Awards 2013) e Piero Pelù, Francesco Facchinetti e Matteo Renzi. Più tanti altri che, per ora, non vi dico.
L’autore del programma è Fabio Migliorati, il programma è prodotto da Showlab; l’ufficio stampa è Matteo Montanaro, il direttore di Rete Fabio Rimassa.

Insomma, un parterre di ospiti ricchissimo. Ma è la seconda parte a destare maggiore interesse.

Due cose. La prima è che inviteremo anche persone con cui non sono (stato) tenero nei miei articoli o apparizioni tivù. Accadde anche l’anno scorso, per esempio con Alessandro Sallusti e Matteo Salvini. C’è chi accetta e c’è chi rifiuta sdegnato. Fabio Fazio appartiene alla seconda categoria. Matteo Renzi appartiene alla prima, e questo gli fa onore.
La seconda è che, volutamente, non inviteremo amazzoni e provocatori/trici fini a se stesse. Quindi niente Santanché (anche questo ve lo avevo promesso), Biancofiore o derivati: non siamo al circo ed io, come spero voi, preferisco vivere.
La scorsa stagione, nella quale ho avuto ospiti tra gli altri Don Gallo (e chi se la scorda), ci avete seguito con grande affetto. Spero che proseguirete a farlo.

Davvero un peccato che tra Fabio Fazio e Andrea Scanzi non corra buon sangue: e se il conduttore ligure lo invitasse al Festival di Sanremo per annunciare la canzone che ha passato il turno alla maniera delle sorelle Parodi?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>