New Inventors: dall’Australia le invenzioni più bizzarre

di Enzo Mauri 1


Chiamatelo ingegno, inventiva, creatività, di fatto in tutto il mondo esistono migliaia di Archimede, decisi a brevettare gli apparecchi più strani e bizzarri che nelle loro intenzioni dovrebbero facilitare la vita agli uomini, in alcuni casi l’idea funziona davvero e fa la fortuna del suo creatore. Quanti siano effettivamente questi piccoli geni non è dato di saperlo, di sicuro solo in Italia ogni anno all’ufficio centrale di Roma vengono depositate 13.000 richieste di brevetto, un serbatoio troppo ampio per passare inosservato allo sguardo vigile dei creatori di format.

In tanti anni di storia televisiva di programmi sulle invenzioni se ne possono contare diversi, in Italia il capostipite è stato senza dubbio Portobello del compianto Enzo Tortora, per poi arrivare in tempi più recenti a I Cervelloni in onda su Raiuno tra il ’94 e il ’99, fino al clamoroso flop di Colpo di Genio condotto da Simona Ventura e Teo Teocoli nell’aprile 2007, un format Endemol acquistato all’estero dove si sprecano anche li programmi di eguale ispirazione come gli inglesi What’s the big idea e Test the Nation.

In Australia ad esempio su ABC1 (Australian Broadcasting Corporation) dal 2004, va in onda con notevole successo New Inventors, lo scorso ottobre la trasmissione sulle invenzioni ha toccato la bellezza di 200 puntate. Presentata dal comico James O’ Loghlin che per sua stessa natura non risparmia commenti sarcastici sugli insoliti ritrovati della tecnica, New Inventors, in onda al mercoledì per trenta minuti, propone tre invenzioni passate al vaglio di giudici inflessibili il cui compito è decretare il vincitore della settimana, destinato a partecipare alle fasi finali da cui verrà fuori “l’inventore dell’anno”.

I tre giudici vengono scelti per ogni puntata in base alla loro specializzazione, fra loro vi sono l’agronomo Chris Russel, l’igegnere James Branfield Moody, l’esperto di nuove tecnologie Marc Pesce, la designer Alison Page, il falegname Richard Vaughan, l’inventore Sally Dominguez, l’esperta di telecomunicazioni Bernie Hobbs, l’ingegnere Veena Sahajwalla e la giornalista Christine Kininmonth.

Gli ospiti in studio danno una dimostrazione della loro “creatura”, attraverso dei simpatici videoclip non privi di ironia, come nel caso della scarpa telefono dove il protagonista si finge un agente segreto. Spesso le invenzioni più semplici si dimostrano le migliori, ecco quindi l’aggeggio che impedisce alle scarpe da jogging di slacciarsi nei momenti meno opportuni. Tra una presentazione e l’altra scatta il conciliabolo, spesso animato, tra i giudici che dovranno decidere quale sia il campione della settimana. Il pubblico può votare via sms e on-line l’invenzione preferita in corsa per il premio finale ovvero il People’s Choise Award.

I

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>