La Vita in diretta: Mara Venier agli ultimi giorni di scuola punta tutto sui casi umani

di Redazione Commenta

LA VITA IN DIRETTA E I CASI UMANI – La notizia è ormai ufficiale: da settembre 2013 i nuovi conduttori de La vita in diretta di Rai1 saranno Franco Di Mare e Paola Perego. Per quanto riguarda Mara Venier, la conduttrice veneziana spodesterà Lorella Cuccarini dalla sua Domenica in videocatechistica, mentre Marco Liorni per il momento rimane a piedi.Sarà quest’aria da ultimi giorni di scuola, ma ho l’impressione che il segmento de La vita in diretta affidato a Mara Venier ultimamente si sia dato alla pazza gioia: nella puntata di ieri ad esempio la conduttrice si è messa a cucinare con il suo adorato chef Gianfranco Vissani, legato al fallimentare – ormai lo possiamo dire – vip talent di Rai1, Altrimenti ci arrabbiamo (a proposito, temo che domani sera Milly Carlucci verrà battuta anche da Ulisse di Alberto Angela, in quanto il documentarista parlerà di sesso tra Romani).

Ma non è tutto: La vita in diretta per una volta si è messa ad inseguire i freak, ovvero quei casi umani che negli ultimi tempi abbiamo avuto modo di ammirare solo all’interno dello Show dei Record, per la verità molto spesso di cattivo gusto: ma qui non si è trattato di indiani dalle unghie chilometriche o anziani con tatuaggi sui paesi bassi, bensì di due ragazze siciliane diventate popolari in qualità di protagoniste dei prediciottesimi.

Per chi non lo sapesse, il prediciottesimo consiste in un video che precede il raggiungimento della maggiore età da parte dell’interessato/a, ambientato in spiagge, boschi o altri luoghi nei quali il ragazzo o la ragazza si atteggia alla maniera dei tronisti di Uomini e donne (ragazze in bikini, maschietti con la camicia aperta o a torso nudo, addirittura fanciulle sui binari di una ferrovia). Eccone un esempio, il prediciottesimo di Valerio.

In studio da Mara Venier davanti a queste scene raccapriccianti mostrate da un rvm ci si è chiesti dunque se questi prediciottesimi venissero presi sul serio dai suoi giovani protagonisti oppure consistessero in una manifestazione di autoironia. Le due “imputate” hanno optato per la seconda, ma quando il videomaker di questi prediciottesimi ha rivelato di aver intascato 1300 euro a persona, si è capito che forse non è il prezzo dell’autoironia.  Tuttavia, l’argomento è stato trattato per una volta da Rai1 senza moralismi, se perfino un bacchettone come Pierluigi Diaco è riuscito a esporre la sua opinione senza scivolare in populismi dal facile applauso.

Insomma, meglio se Mara Venier e la sua combriccola si lascino incantare dalle sirene del trash: la crisi economica in televisione è ormai raccontata da cani e porci.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>