Il Quizzone: perchè Canale 5 non lo riporta in vita?

di Redazione 1

IL QUIZZONE – Negli anni Novanta era uno dei programmi più frizzanti di Canale 5, adesso il suo nome rimanda unicamente alla terza prova degli esami di maturità. Un vero peccato, perchè Il Quizzone di Gerry Scotti (poi di Gigi Sabani e Amadeus) meriterebbe di risorgere come l‘Araba Fenice.IN GARA PERFINO FABIO FAZIO – Ho pochi ricordi di questo programma per motivi anagrafici, ma ho ancora in mente i balletti scatenati di Laura Freddi sulle note di Geghegè di Rita Pavone e i giochi accattivanti di questo programma. Il Quizzone era partito nel luglio del 1994 su Canale 5 con la conduzione di Gerry Scotti. A giocare otto celebrità del mondo dello spettacolo come Alba Parietti, Antonella Elia, Gianfranco D’Angelo, Giobbe Covatta e perfino Fabio Fazio. Francamente mi fa strano immaginarlo su una rete Mediaset, ma Aldo Grasso nella sua Enciclopedia della televisione lo cita e voglio fidarmi. Il game show verteva su risposte ad avvenimenti bizzarri (l’aggettivo bislacchi sarebbe entrato nell’uso dieci anni dopo per opera di noi-sappiamo-chi) visionati attraverso filmati provenienti da tutto il mondo. Cinque le edizioni: l’ultima è andata in onda su Italia Uno nel 1998 con la conduzione di Amadeus.

I GIOCHI – Tantissimi i giochi presenti in cinque edizioni di programma, ma come non ricordare l’Araba Fenice, che richiedeva di indovinare l’oggetto che risorgeva dalle sue ceneri, oppure Ma che sta a dì?: veniva visionato un filmato con alcuni turisti stranieri che cercavano di dire una frase (spesso un proverbio in rima) in italiano. Man mano che passa il filmato la pronuncia dei turisti diventava sempre più intuibile. Molto divertenti anche Balle spaziali e Film giapponese con errori.

NILLA PIZZI – Nel 2001 il programma andò in onda con il titolo Facce da quiz con la conduzione di Gigi Sabani su Italia Uno e poteva contare sull’apporto di Nilla Pizzi: presente ad ogni puntata in studio, l’artista cantava una sua famosa canzone cambiandone il testo nella trama di un film del quale i concorrenti dovevano indovinare il titolo.

Mi sembra davvero assurdo come un programma così divertente giaccia abbandonato da anni, così come altre produzioni tipo Cultura moderna. Perchè non rispolverarlo e farlo partire nella stagione autunnale, magari piazzandolo di domenica sera? Fossi stato un dirigente Mediaset originale avrei collocato la prima puntata il giorno stesso della terza prova alla maturità!

Commenti (1)

  1. Penso che Mediaset abbia fatto molto bene a non riportare in vita i due quiz estivi più tremendi e maleducati che non ci siano mai stati come il pauroso Quizzone che, nel periodo quadriennale 1994/1997 ebbe come sottofondo musicale la versione composta da Luca Orioli della violenta Marcia del Toreador tratta dalla Carmen di Georges Bizet che viene “padellata” insieme all’Araba Fenice nelle edizioni quadriennali stesse con la conduzione di Gerry Scotti tranne l’ultima edizione condotta da Amadeus nell’estate 1998 e la stessa malasorte è toccata anche a Gigi Sabani e Nilla Pizzi con Facce da Quiz che, nell’estate 2001, veniva fatto inveire in maniera molto brusca insieme alla Danza delle Ore di Amilcare Ponchielli dal canto del gallo super arrabbiatissimo. Canale 5 e Italia 1, con l’aiuto di Antonio Ricci e Teo Mammucari, avevano puntato il dito contro Cultura Moderna ed ora il Gabibbo, Ezio Greggio, Enzo Iacchetti, gli inviati e le veline del telegiornale satirico di Italia 2 Striscia la Notizia, Juliana Moreira, Lydie Pages e l’ex Marzullina Laura Lena Forgia hanno messo in cattiva luce la comicità di Carlo Kaneba, gli insuccessi di Matteo Troiano alias il Maestro Pavarotto e Veline che vengono bocciati e non più riproposti proprio a causa loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>