Geppi Cucciari ricorda il ragazzo suicida di Roma: “Anche noi stasera portiamo i pantaloni rosa”

di Marcello Filograsso Commenta

Prima di tutto, occorre fare una premessa: un ragazzo di 15 anni si è tolto la vita impiccandosi con una sciarpa davanti al fratello più piccolo nella sua casa a Roma. Il motivo? Lo studente veniva deriso dai compagni per la sua effeminatezza, il suo abbigliamento – amava portare jeans di colore rosa – e pare che la goccia che ha fatto traboccare il vaso sia stato il rimprovero di una prof per essersi presentato a scuola con lo smalto rosa. Ora, se ci aggiungiamo che il ragazzo veniva chiamato “frocio” e sbeffeggiato anche su Facebook, capirete che A.S. viveva un incubo.  Lo sdegno sui social network è stato immediato, ma in tv è successo qualcosa di riprovevole.

Ebbene, i telegiornali da Rai a La7 hanno completamente ignorato la notizia – salviamo per ora il Tg3 – tra un Tg1 impegnato con le primarie e uno Studio Aperto intento a parlare dei maiali che amano rotolarsi nel fango. Silenzio assoluto anche tra i contenitori del daytime: per averne un’eco in televisione si è dovuta aspettare Geppi Cucciari, che a G’Day ha ricordato l’orrenda vicenda: “Anche noi stasera portiamo i pantaloni rosa”,  ha detto la comica sarda citando un hashtag, #ioportoipantalonirosa, attualmente terzo tra i trending topic di Twitter.

In una televisione retrograda e machista nella quale a Colorado viene permesso senza problemi a Fabrizio Casalino di fare un monologo sui “ricchioni” – l’orrendo termine è stato ripetuto ben sette volte, per giunta tra gli applausi – Geppi Cucciari rimane purtroppo un’eccezione.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>