Viaggio a Medjugorje: su Rete4 Paolo Brosio per il 30° Anniversario

di Benedetta Guerra 4

Era il 24 giugno 1981 quando in un piccolo paese di nome Medjugorje, in Bosnia Erzegovina, una figura di donna luminescente è apparsa davanti a 6 bambini. Da quel giorno, le apparizioni si sono fatte sempre più frequenti e quei bambini veggenti sono diventati adulti.

In occasione del 30° Anniversario delle apparizioni di Medjugorje, questa sera lunedì alle ore 21.10 su Rete4, torna l’appuntamento con Viaggio a Medjugorje.

A condurci in questo viaggio e ripercorrere questa vicenda ci sarà Paolo Brosio, Claudia Koll, e il giornalista e scrittore Antonio Socci che raccoglieranno le dichiarazioni esclusive di protagonisti, testimoni e di credenti, guariti dopo i pellegrinaggi in questo paesino.

A parlare dei miracoli e dei 10 segreti dati dalla Madonna, ci saranno gli stessi che per primi la videro, ci saranno le veggenti Vicka Ivankovic e Mirjana Dragicevic che cercheranno di spiegare ai telespettatori il contenuto delle apparizioni.

Vicka parlerà del diario che la Madonna le avrebbe dettato per descriverle la vita prima della nascita di Gesù e rivelerà una parte sconosciuta che riguarda il compimento del terzo segreto. La veggente Mjriana, parlerà dei segreti di Medjugorje, che da sempre suscitano preoccupazione nei fedeli.

Oltre alle veggenti, la trasmissione porterà in tv anche i protagonisti di questi trent’anni cioè i pellegrini che hanno vissuto esperienze come conversioni impensabili e guarigioni miracolose. Verrà portata alla luce anche la testimonianza di una ragazza che proprio a Medjugorje ha ricominciato a camminare, di un’altra giovane che è tornata a vedere, e storie di persone, gradi e piccini a pochi passi dalla morte a causa di gravi forme tumorali che, dopo un pellegrinaggio a sono guariti.

Il programma mostrerà i luoghi cari ai pellegrini dal Podbrdo, la collina dove i primi giorni i ragazzi videro la Madonna al Monte del Krizevac dove alcuni testimoniano di aver assistito a strani fenomeni, ed infine la Chiesa di San Giacomo dove i veggenti durante gli anni delle persecuzioni del regime comunista si rifugiavano per incontrare la Madonna.

Commenti (4)

  1. mi chiamo sabrina vorrei raccontare che una notte ho fatto un sogno premetto che ho stima della mamma di gesu e profondo rispetto ma dio dice nn amare altro dio all infuori di me e porta devozione solo a me dicevo una notte in sogno ero in un posto nn sapevo dove kiedendo mi e stato risposto ci troviamo a medjugorje da allora penso sempre he significato puo avere questo sogno chiedo all signor brosio quando potra avere 2 min liberi se puo risp tramite e mail cosa potrebbe significare ne sarei molto felice grazie mille

  2. IL MIO PRECEDENTE COMMENTO E’ STATO RIMOSSO NON SO PERCHE’ MA SE E’ VERO CHE DOBBIAMO APRIRE GLI OCCHI ALLORA NON DOBBIAMO FARCI INFLUENZARE DA UN CIARLATANO COME PAOLO BROSIO , QUESTI STA FACENDO SOLDI A PALATE A SPESE DEI CREDULONI, MENTRE LA SCIENZA MONDIALE E’
    STATA CHIARA TUTTE LE RELIGIONI APPARTENGONO ALLA CIARLATANERIA, NON C’E’ MADONNA CHE TENGA, I VEGGENTI ALTRO NON SONO CHE AMMAESTRATI DA
    FURBACCHIONI PER ATTIRARE TURISMO E AFFARI IN QUELLA ZONA DI MISERIA LA
    MADONNA NON FA MIRACOLI NON ESISTE, SI TRATTA DI ISTERISMI DI AUTOSUGGESTIONI, DI ESTASI , DI TRUCCHI, LA MADONNA SA FAR GIRARE IL SOLE E NON SA DARE GAMBE O BRACCIA A QUALCHE POVERO INVALIDO . NON DIMENTICATE ” DOVE LA FEDE SI POSA ANCHE LA MERDA DIVENTA ROSA”
    SI PREGA DI NON RIMUOVERE IL MIO MESSAGGIO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>