Domenica In: su Raiuno tornano Massimo Giletti e Lorella Cuccarini

Torna da oggi, con una settimana di ritardo dovuta a problemi tecnici (ufficialmente) Domenica In, lo storico contenitore di Raiuno. Massimo Giletti sarà al timone di Domenica In… L’Arena, arrivata all’ottava edizione: ci saranno novità e 40 minuti in più di trasmissione; infatti il segmento prenderà il via 14 e terminerà alle 16.30 puntando i riflettori sui grandi temi dell’attualità con testimonianze, contributi filmati e interventi di esperti e ospiti in studio.

Dalle 15.30 alle 16.30 inoltre Giletti condurrà un nuovo format, intitolato Due contro tutti: due personaggi dei nostri tempi, con  posizioni contrastanti, si confronteranno tra loro e con il pubblico in studio su temi politici, etici e sociali. Protagonisti della prima puntata saranno Donna Assunta Almirante e Vladimir Luxuria.

A partire dalle ore 16. 35 sarà invece Lorella Cuccarini, con la nuova edizione di Domenica In – Così è la vita ad intrattenere il pubblico di Raiuno fino alle 18.45.

Anche qui spazio all’attualità, cronaca e spettacolo attraverso storie emblematiche. Il primo ospite del programma sarà l’attore Pierfrancesco Favino protagonista della fiction Il generale Della Rovere, in onda su Rai 1 domenica 9 e lunedì 10 ottobre in prima serata. Al fianco della Cuccarini, commentatori fissi, ci saranno Irene Pivetti e Pierluigi Diaco.

Altro tema della puntata sarà quello dell’adozione. Infine, ospite di Domenica In – Così è la vita sarà anche Toto Cutugno. La sfida con Pomeriggio Cinque si rinnova e la Cuccarini non ha risparmiato commenti sulla concorrenza (fonte Il Giornale):

Trattiamo argomenti anche leggeri, ma con misura; e riceviamo ospiti adatti alle famiglie, alla domenica pomeriggio. Fare tv è una responsabilità. E poi sono io, che sono fatta così. A me piace raccontare le emozioni, non rincorrere il gossip becero. Meno che mai sfruttare il dolore altrui per fare spettacolo […] L’anno scorso Domenica 5 era partita proprio con la cronaca nera, col voyeurismo. La nostra è una scelta diversa. Dico “nostra” perchè pienamente condivisa dalla direzione di Raiuno. […] Io, la mattina, debbo potermi guardare nello specchio senza vergognarmi. Non potrei mai fare cose che non approvo: mi si leggerebbe in faccia. E starei malissimo. Guardi come il voyeurismo ha inquinato e drogato gli ascolti. D’accordo: tutti noi abbiamo un lato animale; tutti siamo tentati dal guardare dal buco della serratura. Ma questo non significa che alla gente il buco della serratura debba fornirlo proprio la tv.

Lascia un commento