Miss Italia 2010 Prima serata: Emanuele e Pregiudizio di Savoia, nessun trans tra le miss e Silvia Mazzieri è Miss Cinema 2010

di Fabio Morasca Commenta

Milly Carlucci ed Emanuele Filiberto ci danno il benvenuto all’edizione 2010 di Miss Italia. La prima serata ha visto come protagoniste, 30 delle 60 miss finaliste, nella prima serata dedicata al cinema, dove verrà eletta, appunto, Miss Cinema 2010. La giuria è composta da Rita Rusic, Ronn Moss e Katherine Kelly Lang, meglio conosciuti come Ridge e Brooke di Beautiful, e Guillermo Mariotto.

Dopo un inizio in cui le miss si sono autopercosse per simulare la pioggia, è arrivata subito l’ora della prima scrematura. Le 30 miss sono state divise in 3 differenti categorie, rappresentanti diversi generi cinematografici: azione, commedia e horror.

Per presentare le 10 action lady, va in onda un trailer girato alle Terme Berzieri: la trama del filmato è pressochè incomprensibile, si vedono le miss girare nelle terme, con una torcia in mano, alla ricerca di qualcosa di non definito. Tornate in studio, ballano sulle note di Balliamo sul mondo di Ligabue.

Iniziano le sfilate: la numero 01, Eleonora Peruzzini, per sottolineare la sua anima action, dichiara di avere un orsacchiotto sempre con sè. La somma dei punteggi dei giudici fanno comprendere che sarà una serata molto ma molto faticosa: 6+6+5=12. La numero, 04, Laura Vernizzi è stata medaglia d’argento alle olimpiadi di Atene 2004, la numero 06, Anna Rita Granatiero, dichiara di essere zitella per scelta, la numero 09, Carol Beltram, ha seguito le orme della madre, anch’ella partecipante a Miss Italia ma al contrario di Roberta Capua, seguirà le orme della genitrice nell’eliminazione. La numero 010, Vittoria Tomasi, afferma che il ragazzo è geloso ed è anche la prima  ragazza che si becca un voto piuttosto basso: 4 da Guillermo Mariotto.

Emanuele Filiberto è stupito dai voti così bassi della giuria ed esprime la sua contrarietà, con un affermazione che avrà fatto felice, sicuramente, sua moglie:

Vivendo con loro da un mese, mi aspettavo voti più alti.

Rita Rusic promette, intanto, che la Miss Cinema che verrà eletta, parteciperà di diritto al prossimo film di sua produzione. La Rusic, fautrice di capolavori della settima arte come Un amore perfetto, con Cesare dei Lunapop, e Ogni lasciato è perso, con Piero Chiambretti, siamo sicuri che riserverà un ottimo debutto cinematografico alla miss vincitrice della fascia.

A passare il turno sono le numero 02, Ilenia Neri, la 03, Benedetta Piscitelli e la 06, Anna Rita Granatiero. Filiberto si rende protagonista di tragiche interviste a bordo palco, dove fa di tutto per estorcere la lacrima, alla miss eliminata più sensibile. La numero 01, Eleonora Peruzzini, sull’orlo di una crisi di nervi, dichiara, prima di scappare in lacrime:

Tanto non è quello che voglio…

Il secondo gruppo di miss sono chiamate a rappresentare la commedia sexy. Il trailer di presentazione, girato nei colli di Salsomaggiore, sembra una via di mezzo tra un film softcore olandese e una puntata malriuscita di Centovetrine. Da manuale, anzi, da capolavoro assoluto, la scena in cui la numero 017, Martina Lombardo, guarda laconica il suo amato che scappa via, urlando:

Passerotto, non andare via…

Al momento della sfilata, la numero 11, Giulia Massari si prende un bel 4 dal gentilissimo Mariotto, la numero 15, Chantal Raimondo ammette di essere una secchiona, la numero 16, Elisa Spina, si è iscritta al concorso, per ripicca verso il suo ex fidanzato e la numero 19, Immacolata Piro, lavora in un impresa di pulizia, e qui avrei almeno una quindicina di battute che vi risparmio.

In attesa del televoto, Candida Morvillo di Novella 2000, chiede, con una punta di malizia, alla numero 018, Eliana Cartella, se ha ricevuto un sms dal suo amico Renzo Bossi. Eliana, però, non risponde: sicuramente l’ha ricevuto ma non l’ha capito.

Emanuele Filiberto, invece, annuncia la sua intervista ad Alberto di Monaco, sputando parole a caso che tocca a noi, successivamente, riordinare per dar loro un senso compiuto:

E’ un racconto del figlio di sua madre…

A passare il turno sono la numero 13, Nausicaa Putzu, la numero 14, Chiara Generali e la numero 16, Elisa Spina. Non ancora pago, Emanuele continua con le sue interviste sadomasochiste, prima, aizzando la numero 012, Giulia Vecchio, a offendere la giuria in dialetto, e poi alla numero 18, la signorina Trota, alla quale fa una domanda con un tatto particolare, da principe:

Sei stata eliminata perchè sei bassa?

Milly Carlucci, di punto in bianco, esorta il pubblico ad applaudire il bravissimo Emanuele Filiberto.
E partono i fischi.

Se Filiberto ci fa o ci è, è una domanda che molto probabilmente ci porteremo nell’aldilà, perchè, quando la Carlucci gli chiede quali film gli vengono in mente alle parole dark lady, il Savoia risponde con tre pellicole che non c’entrano un ciufolo, l’una con l’altra:

Profondo Rosso, Twilight e Basic Instinct.

Il trailer che annuncia le dark lady viene accompagnato da una tremenda versione ska-punk di I will survive. Nel filmato si vedono le 10 ragazze, che inseguono un ragazzo, in un castello. Insomma, come nel caso del primo trailer, chi ci capisce è bravo. Tornate in studio, le miss ballano sulle note di un gruppo davvero dark: i Negramaro.

Anche per le ultime 10 ragazze, arriva il momento della sfilata: la numero 23, Francesca Testasecca, dichiara di leggere libri d’amore,  da qui si comprende che le categorie vengono composte da miss prese a casaccio. Francesca, però, si prende un bel 10 insieme alla numero 24, Maria Chiara Centorami e alla numero 28, Silvia Mazzieri. A passare il turno, dopo il televoto, sono proprio la numero 23 e 28, insieme, però, alla numero 29, Alessia Lippolis.

Emanuele Filiberto, finchè nessuno lo schioda a bordo palco col microfono in mano, continua imperterrito le sue interviste a caldo. La numero 24, Maria Chiara Centorami, dichiara di aver già vinto, grazie al 10 datole da Ronn Moss e Katherine Kelly Lang, che chiama affettuosamente zii. Maria Chiara afferma, inoltre, che è proprio grazie a Brooke e Ridge, che si è innamorata della recitazione. Io, invece, conosco persone che grazie a Brooke, si sono innamorate della poligamia.

Milly Carlucci decide di interpellare il suo parterre di giornalisti. Sandro Mayer tira fuori, un pò timidamente, la spinosa faccenda dell’ipotetico trans che si nasconderebbe tra le ragazze. Patrizia Mirigliani giura e spergiura che tra le miss, non ci sono trans. Un famoso blog avrebbe fatto addirittura nome e cognome della ragazza incriminata e la Carlucci si indigna, parlando di una grave mancanza di rispetto.

A questo punto, arriva il momento più basso della serata. Un dialogo tra Emanuele Filiberto di Savoia e il suo alter-ego, Pregiudizio Filiberto di Savoia, un personaggio snob che, secondo le intenzioni degli autori, dovrebbe rappresentare i motivi per cui Filiberto è così odiato dagli italiani. Forse è meglio che qualcuno glielo dica: Emanuele, la gente non ti sopporta perchè sei snob, la gente non ti sopporta perchè non sai fare una mazza.

Per la gioia dei fidanzati delle miss, entrano sul palco, inspiegabilmente, 6 fustacchioni, la cui utilità sarà quella di esercitarsi con le ragazze in non ben definite mansioni. Lo scopriremo solo vivendo.

Le nove finaliste, intanto, si prestano a una nuova prova di recitazione, con partner d’eccezione: Lorenzo Flaherty, Roberto Farnesi e Flavio Montrucchio. A dir la verità, senza essere gratuitamente cattivi, le ragazze stanno alla recitazione come Flavia Vento sta alla teoria quantistica.

Flaherty e Farnesi sono così impacciati che riescono solo a snocciolare frasi fatte:

L’emozione gioca brutti scherzi. Sono emozionato più io di loro.

Montrucchio è decisamente più spontaneo e simpatico, specie quando invita implicitamente le miss a gonfiare spropositamente i curriculum, per avere successo ai provini.

A passare direttamente alla puntata finale sono la numero 06, Anna Rita Granatiero, la numero 14, Chiara Generali, la numero 16, Elisa Spina, la numero 23, Francesca Testasecca e la numero 28, Silvia Mazzieri. Un ennesima scrematura dichiara, invece, le finaliste che si batteranno per la fascia di Miss Cinema: le numero 06, 23 e 28.

Le tre ragazze, dopo aver scelto uno dei sei ragazzi, presentati prima, con cui dovranno “esercitarsi” a testa, sono chiamate per recitare una scena di improvvisazione. I ragazzi, immobili come stoccafissi, sono quasi più inutili di Filiberto, il che è tutto dire.

C’è spazio anche per un’intervista di Emanuele Filiberto a Sharon Stone, per ha rinunciato a presenziare all’evento per motivi di salute. Ora abbiamo capito perchè.

Passano il turno, Francesca e Silvia, ossia la 23 e la 28, che, come prova finale, dovranno  reinterpretare il mitico spogliarello di Sofia Loren in Ieri, oggi, domani. Emanuele Filiberto vorrebbe fare la stessa scena con Milly Carlucci che lo invita, scherzosamente ma non troppo, ad abbassare la cresta.

Sandro Mayer termina il giro di opinioni, con la seguente dichiarazione:

Stasera abbiamo visto il talento.

Sandro, Ti lascio una canzone, andava in onda ieri!

La serata è conclusa e il televoto ha deciso: Miss Cinema 2010 è Silvia Mazzieri. Appuntamento a domani con le altre 30 finaliste nella serata dedicata alla moda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>