Chi l’ha visto?, anticipazioni 21 novembre: Elisabetta e Maria Belmonte, il mistero continua

di Marcello Filograsso Commenta

Chi l’ha visto?, il programma condotto da Federica Sciarelli sulle persone scomparse, dedicherà gran parte dell’appuntamento di domani su Rai3 alle ore 21.05 al caso di Elisabetta Grande e Maria Belmonte, rispettivamente moglie e figlia del dottor Domenico Belmonte.

Delle due donne non vi erano notizie dal 2004, anno della loro scomparsa, finchè la settimana scorsa la polizia non ha trovato i loro corpi nell’intercapedine nel garage della loro villetta a Castelvolturno. L’uomo è stato arrestato e accusato di con l’accusa di sequestro di persona, duplice omicidio e occultamento di cadavere. Ironia della sorte, è stato direttore del centro clinico del carcere di Poggioreale. Resta indagato ma libero, invece, Salvatore Di Maiolo, marito separato di Maria Belmonte.

Di fronte alla scomparsa di una moglie è ovvio che il suo uomo si metta alla ricerca, ma diventa strano quando il marito pare non curarsene più di tanto. Solo che questa volta gli inquirenti si sono trovati di fronte a due mariti che evidentemente per tutti questi anni hanno condotto la propria vita come se nulla fosse mai accaduto, nell’assoluta normalità. Stando a quanto spiega il Corriere della Sera, secondo il pm della Procura di Santa Maria Capua Vetere Silvio Marco Guarriello e per la polizia i due uomini avrebbero assassinato le due donne e avrebbero fatto sparire i corpi seppellendoli in casa. Al di là della distanza temporale che ci separa dal delitto, quello che i mass media hanno ribattezzato come “femminicidio” sta prendendo una piega spaventosa: pensate che dall’inizio dell’anno secondo Telefono Rosa in Italia sono state uccise 98 donne, quasi una ogni due giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>