Barbara D’Urso, anche Lo Zecchino d’oro batte Pomeriggio Cinque

di Redazione Commenta

Sebbene all’apertura di ogni sua puntata Barbara D’Urso puntualmente ci tenga a dire che sono in moltissimi a seguirla, deve fare i conti con una triste realtà: gli ascolti dei suoi programmi, Pomeriggio Cinque e Domenica Live, sono in calo, mentre la Rai continua ad andare benissimo. Perché? Colpa della pubblicità, dice lei.

Intervistata su Vero tv, Barbara D’Urso, regina dei pomeriggi italiani, forse deve prepararsi a cedere il trono a Lorella Cuccarini, che sta ottenendo ottimi risultati in Rai. La signora di Mediaset ci tiene a precisare, non solo nell’intervista ma anche ogni santo giorno, che essendo una tv commerciale, la pubblicità è essenziale, ma al contempo ammette che potrebbe essere una lama a doppio taglio, poiché penalizza i suoi ascolti.

Peccato che anche Lo Zecchino d’oro abbia battuto il suo Pomeriggio Cinque: tra storie strappalacrime e gossip, gli spettatori hanno preferito i bambini nel programma condotto da Pino Insegno e Veronica Maya, che ha battuto Canale 5 con una media di 2.552.000 telespettatori e uno share del 19,17%. Arrivato alla 55esima edizione, lo Zecchino d’oro riesce ad avere buoni ascolti, anche se in calo rispetto all’edizione passata.

Ma tornando alla D’Urso, dare la colpa soltanto agli spot pubblicitari sembra fin troppo banale, giorno dopo giorno la conduttrice  non fa che compiere le stesse azioni: faccine e frasi sempre identiche, dal “siamo una tv commerciale” a “strappavo le pagine dei quotidiani per voi mentre ero in treno” e forse il pubblico inizia un po’ ad annoiarsi. Chiamata a salvare Domenica Live dopo la prova non superata di Alessio Vinci, la D’Urso sembrava essere partita discretamente, ma gli ascolti finiscono tutti in Rai:

Massimo Giletti, che amo e stimo profondamente, ha un forte traino e va avanti senza pubblicità per un’ora e mezza. Io sono orgogliosa dei miei ascolti e di contare su uno zoccolo duro di pubblico che mi segue con affetto nonostante gli intervalli commerciali che, come sapete, per l’azienda in cui lavoro, sono fondamentali.

Insomma, sembra proprio che la D’Urso debba fare i conti con un destino “bislacco”, come direbbe lei. Riuscirà a sollevare gli ascolti o a Mediaset dovranno cambiare totalmente formula per tenersi stretto il pubblico? La crisi ormai è dappertutto!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>