Nash Bridges, CSI: NY, The Office, Grey’s Anatomy, Party Down, Sex and the City, Desperate Housewives: le news!

di Enrico Nanni Commenta

Don Johnson, ha fatto causa alla Rhyser Entertainment e la Qualia Capital per decine di milioni di dollari a causa di un accordo per il quale, se la serie Nash Bridges fosse andata in onda per più di 66 episodi, gli sarebbe andato il 50% dei diritti. Siamo a 122, e Johnson non è stato ancora pagato.

Prima di entrare nel vivo delle casting news, altro, piccolo gossip: Angela Kinsey, la cui vita sentimentale era già precaria in The Office, si è separata da marito, lo scrittore Warren Lieberstein; i due sono stati sposati per otto anni e hanno una figlia, Isabel Ruby, nata nel Maggio 2008.

Continuano le smentite di Shonda Rhimes, ma sembra sia sempre più realistico che Katherine Heigl e T.R. Knight se ne possano andare da Grey’s Anatomy. Lo dicono tutti i siti più autorevoli.

Nel frattempo Rob Thomas e Kristen Bell lavoreranno ancora insieme in Party Down, una nuova serie in uscita il 20 marzo; l’attrice potrebbe essere una potenziale ricorrente.

Bedremo poi Katharine McPhee in un un episodio di CSI: NY, programmato per aprile. L’attrice interpreterà un cantante, e per ora questa è l’unica cosa che sappiamo di lei.

Sarah Jessica Parker pregusta il successo (a suo dire) annunciato come più maturo e sofisticato del precedente; a dire dell’attrice ci sarà quindi una notevole evoluzione nel secondo episodio della serie, che si presenterà come una vera e propria sfida.

Addi in ponte per le Casalinghe Disperate. Sappiamo che Nicollette Sheridan lascerà la serie, ci si chiede quale sarà dunque la exit strategy di Edie Britt. Niente di confermato per ora, sembra che il personaggio interpretato dalla Sheridan andrà incontro alla morte. Edie potrebbe diventare la voce narrante della serie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>