Sciopero degli attori: la “serie” continua

di Redazione Commenta

La Fox TV alza la voce in mezzo alla baruffa creata dalle vicende che si stanno accalcando l’una sull’altra, creando uno scenario più che confusivo. La minaccia è presto detta: si tratta di passare tutti i contratti delle sue serie tv dalla SAG all’Aftra.

Detto così puiò non sembrare così temibile. Il problema è che l’appartenenza ad entrambi i sindacati impedisce agli attori di attuare lo sciopero a priori, dato che Aftra ha firmato con i produttori, ed è quindi vincolata a onorare gli accordi del contratto tra attori e Amptp.

A questo punto ci si capisce poco. La mossa sembra un pò eccessiva, per svariati motivi. E’ vero che si parla di sciopero da tempo, che ci sono delle date, che dondolano sulle teste di noi spettatori, ma soprattutto degli attori, come un’inquietante spada di Damocle.

Il problema è che in realtà i “pezzi grossi” non sembrano così dediti alla sedizione. Gente come George Clooney e Matt Damon spinge in tutt’altra direzione. La Fox dice quindi di voler affidare i nuovi pilot solo ad Aftra.

Ora, l’Aftra stessa ha detto che non si tratta di un’operazione a costo zero; sicuramente è un gesto carico di significato, ma questo non significa che la sua attuabilità sia immediatamente a portata di mano. Si parla anche di violazione delle leggi federali.

Appare abbastanza evidente che il gesto nasconde una paura abbastanza lecita, ovvero quella di vedere boicottate le proprie produzione, non una faccenda da nulla, quindi. Nell’attesa di novità, restate sintonizzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>