Affari tuoi, il Mago Silvan perito per il Codacons

di Redazione 2

Sarà una casualità, ma nelle ultime 57 puntate della nuova edizione di Affari tuoi, il game show di Raiuno, i pacchi contenenti i premi di 500000 e 250000 euro sono rimasti fino alla fine per ben 25 volte. E’ un magheggio? Se così fosse, niente paura: lo scoprirà il Mago Silvan!

Il Codacons sta sfidando la Rai a ripetere di fronte al celebre mago (che deve ancora accettare l’incarico), un determinato numero di estrazioni secondo il meccanismo della trasmissione, per attestare se si usa la magia per influire sul valore dei premi rimanenti nei pacchi finali e sulla legge della probabilità.

La provocazione vuole dimostrare, come sia impossibile, per la legge dei numeri che, in quasi la metà dei casi, tra tutti i pacchi in gara, a fine puntata ci sia in gioco proprio uno dei due con la vincita maggiore. Magia o forza dell’audience?

Il Codacons rende noto, tra l’altro, che la Rai, per contrastare la sentenza del Consiglio di Stato, che imponeva la massima trasparenza nella scelta dei concorrenti della trasmissione abbia presentato un ricorso dinanzi alla Corte di Cassazione, chiedendo l’annullamento della sentenza eccependo addirittura l’eccesso di potere giurisdizionale, sostenendo che il giudice amministrativo non poteva sindacare l’operato della società!

Commenti (2)

  1. per quanto riguarda affari tuoi vorrei tanto sapere che senso ha l’ abbinamento alla lotteria italia mi spiego meglio ,siccome le puntate sono registrate minimo 7 giorni prima sia le persone del pubblico che gli stessi concorrenti conoscono il finale della partita e quindi possono far telefonare da terze persone indovinando il pacco che lascera il concorrente alla fine della partita quindi partecipando ad un sorteggio non regolare visto che alcune persone conoscono l’ esito del gioco in anticipo. Non vi sembra una presa in giro a tanti telespettatori?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>