Pessima imitazione e pessima conduzione: con Elisabetta Canalis e Enrico Varriale Raidue va di bene in peggio

di Redazione 1

Raidue inanella una fortunata serie di figuracce grazie ai suoi volti televisivi: dopo quella fatta da Elisabetta Canalis, che ha pessimamente imitato Michelle Hunziker, ieri è stata la volta di Enrico Varriale, che ha dato spettacolo con una lite in diretta con l’allenatore del Catania Walter Zenga (potete vedere entrambi i video della tv di qualità in questione, subito dopo il salto).

Andiamo con ordine: Elisabetta Canalis, ad Artù, imita male la Hunziker (giudicata volgare e stupida), scatena un polverone, poi sulle colonne di Vanity Fair se ne vanta:

L’ho proposta io agli autori. Mi hanno preso per pazza: nessuno credeva che avrei avuto il coraggio di sbeffeggiare uno dei volti più noti di Mediaset. Allora ho fatto l’imitazione lì, sui due piedi. Hanno chiamato il trucco. Lei però non mi ha chiamato. Quando a Sanremo la Germani le fece l’imitazione al DopoFestival, non fu molto felice. Spero che la mia l’abbia trovata più divertente… Ammesso che l’abbia vista.

La sua performance, dicevamo, non è piaciuta, tanto che l’ex presidente della commissione bicamerale dell’infanzia, Maria Burani Procaccini, ha chiesto l’intervento del Agcom per sanzionare lei e la Rai. Motivo:

(La Canalis) è esibita calpestando un clochard e facendo del male, sempre metaforicamente, ad un anziano. Se per questa bella ragazza che incarna concretamente il prototipo della velina sempre unita al calciatore il messaggio subliminale del ridere è quello di calpestare chi soffre e chi è anziano sarà utile farle apprendere qualche principio elementare di educazione civica.

Sempre su Raidue, ieri, si è consumata un’altra pagina di grande televisione: protagonisti in negativo della discussione sono stati il conduttore di Stadio Sprint, Enrico Varriale e l’allenatore del Catania Walter Zenga.

In collegamento con Catania, dopo la partita vinta dalla squadra di casa, Varriale ha messo da parte il suo ruolo di presentatore della trasmissione calcistica e ha iniziato a provocare l’ex portiere dell’inter, che gli ha risposto per le rime. Il giornalista ha addirittura parlato di minacce da parte dell’allenatore, che non ci sono mai state.

Non voglio giudicare da che parte stia la ragione, ma di sicuro Enrico Varriale, che gestiva il collegamento, poteva agire in maniera differente, chiudendolo (come ha fatto qualche minuto dopo)  se si sentiva ingiuriato o cercando di placare gli animi, invece di proseguire con la lite a distanza per avere l’ultima parola. Guardate il filmato e giudicate voi. Certo che se questa è la nostra televisione, per citare Striscia la notizia: altro che nuovi mostri!

Commenti (1)

  1. enrico varriale rai due
    SI deve fare in modo che la RAI prenda atto che chi sbaglia paga,è troppo facile sparare cazzate e poi tutto finisce a tarallucci e vino.Zenga giustamente multato,varriale graziato,Vi invito domenica prossima a cambiare canale ,parlo di RAI ,solo così la RAI,prenderà provvedimenti.un crollo eclatante d’ascolti costrngerebbe DE LUCA a considerare seriamente la circostanza di oscurare questo provocatore.SE TUTTI COLORO CHE DISAPPROVANO IL COMPORTAMENTO DI varriale FACESSERO QUESTO E’ SICURO CHE PER UN BEL PO’ DI TEMPO SI METTE A FARE IL PROVOCATORE A CASA SUA.
    Armati di telecomando togliamo il microfono dalle mani dei puparo varriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>