Paola Perego e Elisabetta Canalis contro Michelle Hunziker, Gerry Scotti contro Milly Carlucci: la televisione è fatta di polemiche

di Redazione 1

Anche i personaggi televisivi rosicano, ed alcuni esempi ve li raccontiamo oggi. I protagonisti sono Michelle Hunziker, Elisabetta Canalis, Paola Perego, Gerry Scotti e Milly Carlucci.

Dopo la pace televisiva fatta fra Michelle Hunziker ed Elisabetta Canalis, in seguito alle polemiche create da dall’imitazione di dubbio gusto da parte di quest’ultima, nei confronti della conduttrice di Striscia la notizia, la Canalis racconta (fonte Corriere della sera):

Abbiamo pure fatto una scenetta insieme a Paperissima, per far capire che nessuno si era offeso, ma insomma… in realtà lei si è stizzita. Ha fatto come quelle ragazze che al liceo vanno a protestare dal preside perché i compagni le prendono in giro. Però per me in tv è bravissima.

Una seconda frecciatina nei confronti della conduttrice Svizzera arriva da Paola Perego, che risponde freddamente all’accusa di televisione urlata:

Io dico che ciascuno deve parlare dei propri programmi, io non parlo mai di quello che fanno gli altri colleghi.

Gerry Scotti, che rosica per essere nettamente sconfitto da Milly Carlucci nella prima serata del sabato sera, critica chi confronta due programmi così diversi e spiega che la vittoria di Ballando con le stelle è dovuta al minor numeri di break pubblicitari, alla presenza di vip, che tirano di più dei dilettanti e al programma che finisce sempre trenta minuti dopo il suo. Insomma: non è lui che perde, ma lei che vince (anche se i cali d’ascolti rispetto all’anno scorso o a due anni fa quando si scontrava sempre contro Milly Carlucci e i vip, sono visibili a tutti).

Milly Carlucci, d’altro canto, risponde in maniera intelligente ribattendo punto su punto: intanto La Corrida è un classico amatissimo, poi non tutti i concorrenti sono così conosciuti e un cast fisso può annoiare il pubblico (potrebbe anche non piacere), infine la maggior lunghezza del programma non sempre è un vantaggio perché si può perdere il modente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>