Home » Paola Cortellesi: “A Zelig non farò la conduttrice ma porterò i miei sketch”

Paola Cortellesi: “A Zelig non farò la conduttrice ma porterò i miei sketch”

Futura padrona di casa di Zelig, a partire da gennaio 2011, Paola Cortellesi ha raccontato le emozioni della vigilia del suo debutto su Canale 5 (Fonte Oggi):

Improvvisare non è il mio mestiere. Devo muovermi dentro un canovaccio, marciare sulle rotaie invisibili di un copione. Altrimenti viene fuori la mia timidezza, mi guardo da fuori, perdo verve. È che non ho mai fatto l’animatrice, non vengo dal cabaret. Anche a Zelig c’è una traccia. Sottilissima, ma c’è: sai da dove parti, dove devi arrivare, quanto devi metterci, ad arrivare. ‘Come’ ci arrivi, non lo so: devo ancora entrare nel meccanismo. Però conto su Claudio Bisio: lui è il re dell’improvvisazione, il pilastro del programma.

La poliedrica artista spende parole di stima per Michelle Hunziker e Vanessa Incontrada, che l’hanno preceduta alla guida del programma comico:

Dove la trovi una così bella come Vanessa che sappia anche prendersi in giro, che abbia l’intelligenza e i tempi dell’auto-ironia? Anche Michelle è grande. Entrambe hanno un merito: aver sdoganato la showgirl bella che sa ridere di sè. Hanno cambiato l’immagine della donna in tv. Io sono diversa: non farò la conduttrice, ma porterò le mie cose, i miei sketch, personaggi vecchi e nuovi. Mi hanno chiamata perché, dopo tanti anni, Zelig cambia pelle.

Giusto il compenso (35 mila euro a puntata) percepito da Mediaset per condurre Zelig:

Prendo di più, e non ho problemi a dirlo. La avverto, però: è un tema su cui divento irascibile. Me se risveglia la coatta. Perché in tv circolano professionisti, maschi soprattutto, che sono passati dalla Rai a Mediaset firmando ‘esclusive’ stratosferiche, con un cachet che era il doppio del mio. E nessuno si è ‘sfastidiato’. Con me, viene fuori lo scandalo. Ma non mi tange: noi siamo merce, se mi pagano tot, vuol dire che mi hanno valutato così. Mediaset non fa beneficenza. Mica è Emergency.

Lascia un commento