Loretta Goggi: “Non sono così snob da pensare che la tv ai miei tempi era meglio”

di Redazione Commenta

Dopo un periodo di isolamento volontario a causa della morte di suo marito Gianni Brezza, avvenuta nell’aprile 2011, Loretta Goggi torna sulle scene, con due film per il cinema. L’artista ha rilasciato un’intervista a Vanity Fair e ha espresso una serie di opinioni riguardo la tv di oggi e di ieri.

Loretta Goggi reciterà nel nuovo film de I Soliti Idioti:

Sì, li guardavo in tv. I Soliti Idioti mi divertono, io non sono così snob da pensare che quando facevo la tv io era tutto meglio: non è vero, c’era molta professionalità ma anche cose di una lentezza esasperante.

La cantante, attrice e imitatrice ha espresso il suo parere riguardo Sabina Guzzanti:

Io ho sempre preferito non fare una satira con prese di posizione politiche troppo esplicite. Sabina è brava ma oggi ce ne sono tantissime che fanno imitazioni. Ai miei tempi invece non c’erano donne che le facessero. 

Riguardo Beppe Grillo, invece, la Goggi ha dichiarato:

Spero che riesca a far politica senza farsi contaminare. Beppe poteva restare in tv e sarebbe andato avanti vent’anni guadagnando chissà quali cifre. Invece ha scelto di combattere per i suoi principi che sono gli stessi da molti anni. 

Sulla tv in generale, Loretta Goggi ha aggiunto:

La tv è un cordone ombelicale che ti stritola, un carcere a vita, il tempo passa e tu invecchi, ma devi cercare di liberarti e fare altre cose. Guardi Pippo Baudo o Mike: hanno ripetuto se stessi all’infinito. Io, per esempio, ho fatto molta tv ma a un certo punto nessuno mi ha più chiamato, così con Gianni ci siamo dedicati al teatro.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>