Gerry Scotti rivela i suoi progetti futuri: Chi vuol essere milionario non sparisce

Gerry Scotti, intervistato da Tv Sorrisi e Canzoni tira le somme di questa prima parte di stagione Chi l’ha visto perdere prima con Ballando con le stelle, poi con Ti lascio una canzone (sconfitta schiacciante): il presentatore ha riconfermato La corrida e ha registrato diversi numeri zero per canale 5, prevalentemente per il pre-serale (potrebbe tornare anche Passaparola nella sua versione classica).

Riguardo alla sua ultima trasmissione, Scotti dice:

Della Corrida si è parlato tanto che stavo per convincermi anch’io che qualcosa non andasse. Ma, dati alla mano, ho capito che non è così. Cinque milioni e mezzo di media sono un bel risultato. Ci sta anche che in una stagione ci si scontri con un programma ben congegnato e ben condotto come Ballando con le stelle. Ma tutto va visto nella giusta prospettiva: lo show di Raiuno è costato cifre principesche. La Corrida costa molto meno.

I metodi per far risollevare gli ascolti, secondo lui, sono: modificare i giochi telefonici, e soprattutto cambiare il giorno della messa in onda, perché:

sabato ormai davanti alla tv c’è soprattutto il pubblico più maturo, e la Corrida ha un’audience più eterogenea.

Lascia un commento