Picco di ascolti record per il tg1: il Papa e il mercoledì dell’elezione

di Valentina Petulla Commenta

 

Boom di ascolti per l’edizione straordinaria del tg1 mercoledi scorso  dedicata all’ elezione del Papa. Dalle 19.06 alle 20.51 gli spettatori sono stati 10milioni 86 mila, con uno share del 34.27% e  picco di ascolto che alle 20.32 si è rivelato essere di 11 milioni 888 spettatori; il dato più alto di share 37.48% si è avuto alle 19.53.

Era dall’ 11 Settembre 2001, con l’attentato alle torri gemelle, che il tg1 delle 20.00 non raggiungeva questo risultato. Ma l’attenzione del pubblico televisivo verso i risultati del Conclave era cominciata già dalla mattina con una Straordinaria del Tg1 alle 11.39 per la seconda fumata nera che aveva raccolto davanti ai teleschermi 1 milione 999 mila spettatori e uno share del 23.63, mentre la Straordinaria del TG2 aveva ottenuto 908 mila e il 10.78 e quella del TG3 519 mila con il 6.08.  A seguire  Il programma “Speciale Porta a porta” in diretta con il racconto e il commento in studio di Bruno Vespa  che  ha pilotato le ultime grandi quantità di ascolto dedicando la diretta ai particolari sulla vita passata del  neoeletto Papa.  Più di tutti comunque incide il dato importante di aver superato gli ascolti di quel terribile giorno dell’ 11 Settembre: 11.247.000 di ascolto  medio e 42.27% di share. Un milione di persone in più incollate allo schermo, per seguire le prime parole del nuovo Papa Jorge Bergoglio. Già nel suo primo saluto il Papa ha esordito con un Buonasera ed un richiamo al suo paese natale, L’Argentina, lontana dal Vaticano,  poi ha proseguito parlando del perdono verso i peccatori, quasi come una riflessione intima, ed infine ha chiesto al suo popolo di benedirlo e pregare per lui.  Speriamo che il mandato di questo Papa sia sinonimo di ricostruzione e non solo di evangelizzazione ( come la scelta del nome, Francesco I, ci fa giustamente pensare ) e che possa lenire le ferite ancora aperte al ricordo di quell’infausto giorno di dodici anni fa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>