Recensione: Io, l’altro – Un film contro il pregiudizio

di Redazione Commenta

 

Dal 17 gennaio saranno in vendita le novità in DVD targate 20th Century Fox Entartainment.

Tra i tanti titoli proposti ho scelto per voi “Io, l’altro”, un film impegnato, diretto egregiamente dal tunisino Mohsen Melliti.

E’ la storia di due amici, Giuseppe e Youssef, uno siciliano e l’altro tunisino, uniti dalla stessa passione per la famiglia, le donne ed  il calcio, nonché dal lavoro svolto a bordo di un peschereccio, comprato per sfuggire alle prepotenze del mafioso di turno.
Un’amicizia invidiabile, finché un giorno, mentre erano in mare aperto, la radio annuncia che la polizia sta ricercando un pericoloso terrorista internazionale, accusato della strage alla stazione di Madrid, omonimo di Youssef.

Da qui si scatenerà una vera e propria tempesta, non in mare, ma direttamente sulla barca, in un crescendo di paura, odio e sospetto. I rapporti cambiano, con Giuseppe che comincia a vedere un nemico di fronte a sé, accecato da diffidenza e pregiudizio.

E’ il confronto tra due culture ridotto a due soli interpreti, un faccia a faccia tra due civiltà, che trova sfogo in domande incessanti e risposte sarcastiche. Le interminabili ore  in mare aperto, a causa di un guasto al motore, trascorrono in questa successione di domanda-risposta che non annoia lo spettatore, ma lo porta ad immedesimarsi nell’uno o nell’altro personaggio, invitandolo a riflettere. Epilogo drammatico per una storia che non poteva che finire così, logica conseguenza dell’inimicizia creata dalla politica del sospetto.

Un Mohsen Melliti attento regista di un film che propone un tema scottante, lodevole soprattutto per aver saputo rendere al meglio il carattere dei personaggi in un set tanto “ristretto”.
Credibile Giovanni Martorana
nei panni di Youssuf, mentre Raul Bova, reduce da Holliwood, dimostra di essere ancora troppo legato alla recitazione televisiva. Ma forse è solo una mia impressione. A lui comunque il merito di aver creduto in questa produzione, investendo in proprio (la Sanmarco Film, società di Bova, è coproduttrice di “Io, l’altro”) e di aver messo la faccia in un film apparentemente piccolo.

Per concludere: una storia da vedere, se non lo avete ancora fatto, in un DVD arricchito da vere e proprie chicche:

– il trailer cinematografico;
– il promo;
– il dietro le quinte (making off);
– le scene inedite in lingua originale;
– la galleria fotografica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>