Cosa c’è stasera in tv? Prima e seconda serata di martedì 16 aprile 2013

di Redazione Commenta

Cominciamo con il prime time di Rai 1 dove va in onda il film Oggi è già domani, diretto da Joel Hopkins con Dustin Hoffman, Emma Thompson, Eileen Atkins e Kathy Baker. In seconda serata l’approfondimento giornalistico di Porta a porta, condotto da Bruno Vespa.

Su Canale 5 la programmazione televisiva prevede la messa in onda della seconda puntata di Benvenuti a Tavola 2 – Nord vs Sud, con Giorgio Tirabassi e Fabrizio Bentivoglio, con gli episodi Come Beethoven e Complotti. A seguire in seconda serata va in onda Speciale TG5.

Rai 2 apre il prime time con la serie NCIS – Los Angeles, con l’episodio dal titolo Effetti collaterali; si continua con Blue Bloods e The Good Wife (Educazione superiore e Actus Reus). In seconda serata va in onda Novantesimo Minuto – Serie B.

Italia 1 ci propone una serata all’insegna del cinema. Si inizia con Tron Legacy diretto da Joseph Kosinski, con Jeff Bridges e Olivia Wilde. A seguire va in onda il film Prey – La caccia è aperta, per la regia di Darrell Roodt, con Bridget Moynahan e Peter Weller.

La prima serata di Rai 3 si apre con una nuova puntata di Ballarò, condotto da Giovanni Floris, mentre a seguire va in onda la satira di Enrico Bertolino con Glob Porcellum.

Su rete Rete 4 prime e seconda serata all’insegna del cinema. Si parte con L’eliminatore diretto da Chuck Russell, con Arnold Schwarzenegger. In seconda serata va in onda L’uomo senza ombra di Paul Verhoeven, con Elisabeth Shue, Kevin Bacon e Josh Brolin.

LA 7 propone in prima e seconda serata due film del genere giallo. Si comincia con La stanza chiusa diretto da Walter Klenhard con Kellie Martin e Constance Zimmer; a seguire Segreti e nostalgie di Stephen Bridgewater con Kellie Martin.

Su Rai 4 il prime time si apre con il film Son of no one, per la regia di Dito Montiel, con Juliette Binoche, Ray Liotta, Al Pacino, Katie Holmes. Si continua con L’odio diretto da Mathieu Kassovitz con Vincent Cassel, Hubert Kounde’, Said Taghmaoui e Abdel Ahmed Ghili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>