Thanks, ecco la nuova fatica con Zingaretti che racconta una storia particolare

di Daniele Pace Commenta

In tutte le sale italiane arriverà il prossimo 4 ottobre. Stiamo facendo riferimento a Thanks for vaselina. Si tratta di un film che è stato realizzato da parte di Gabriele Di Luca e che è stato prodotto da parte di Luca Barbareschi.

Thanks, la storia di una famiglia allargata

Thanks for vaselina è un film che narra una storia particolare, ovvero quella di una famiglia più che allargata, in cui non mancano i problemi, tra debiti e dipendenze da ogni tipo di sostanza. Il titolo è stato ribattezzato solamente “Thanks”, tranciando di netto l’altra parte , per via della censura.

L’opera teatrale che è nata da un’idea di Gabriele Di Luca debutterà a breve sul grande schermo, visto che Thanks verrà lanciato in tutte le sale a partire dal 4 ottobre prossimo. In questa pellicola si affronta una storia che è molto ricca di spunti della quotidianità di tanti spazi cittadini lasciati al disagio più totale. Infatti, si tratta di una famiglia tipicamente di periferia. Tra i personaggi principali troviamo il giovanissimo Fil, interpretato da Antonio Folletto, che ha la mania di coltivare marijuana insieme ad un amico che vive in nome di un pensiero idealista tutto suo, interpretato da parte di Massimiliano Setti, mentre c’è anche la madre, di nome Lucia (l’attrice in questo caso è Beatrice Schiros), che presenta una particolare dipendenza nei confronti dei videogiochi. Nel gruppo familiare troviamo anche una zia, che non parla da tantissimo tempo e porta sempre con sé un bambolo gonfiabile. Senza dimenticare pure il padre di Fil, che ha trasformato il suo corpo diventando una trans con un passato che, però, non smette di tormentarla.

Il ruolo di Luca Zingaretti

Il padre di Fil (che è stato interpretato alla grande da parte di Luca Zingaretti), tra le altre cose, è un vero e proprio ostaggio di una setta del tutto particolare, verso cui nutre un’intenzione rischiosa, ovvero quella di regalare loro un appartamento del condominio che cade a pezzi in cui trascorre l’esistenza proprio tutta questa scombussolata famiglia.

Zingaretti ha voluto già spiegare il percorso che l’ha portato a interpretare questo personaggio, sottolineando come questa parte gli abbia fatto davvero piacere. Si tratta di un’opportunità che non capita spesso, ha ammesso, di interpretare ruoli un po’ diversi rispetto all’ordinario. Uno dei pregi di Zingaretti è sempre stato quello di immedesimarsi sempre in tutti i personaggi che ha interpretato nel corso della sua carriera, facendo ogni volta un lavoro veramente incredibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>