Bruce Willis annuncia il ritiro a causa di una malattia

di R. Staiano Commenta

A causa dell'afasia la famiglia di Bruce Willis ha annunciato il ritiro dalla carriera dell'attore. Ultimi in uscita nel 2022.

Bruce Willis si sta allontanando dalla recitazione dopo una diagnosi di afasia, una condizione che causa la perdita della capacità di comprendere o esprimere il linguaggio, ha annunciato mercoledì la sua famiglia. In una dichiarazione pubblicata sulla pagina Instagram di Willis, la famiglia dell’attore 67enne ha affermato che a Willis è stata recentemente diagnosticata l’afasia e che ha un impatto sulle sue capacità cognitive. “Come risultato di questo e con molta considerazione, Bruce si sta allontanando dalla carriera che ha significato così tanto per lui“, si legge nella dichiarazione firmata dalla moglie di Willis, Emma Heming Willis, dalla sua ex moglie Demi Moore e dai suoi cinque bambini, Rumer, Scout, Tallulah, Mabel ed Evelyn. “Stiamo attraversando questo come una forte unità familiare e volevamo coinvolgere i suoi fan perché sappiamo quanto significhi per voi, come voi per lui”, hanno detto. “Come dice sempre Bruce, ‘Live it up’ – Vivila- e insieme abbiamo intenzione di fare proprio questo.

L’afasia si verifica in genere dopo un ictus o un trauma cranico, ma può anche svilupparsi gradualmente a causa di un tumore al cervello a crescita lenta o di una malattia che provoca danni degenerativi. Viene trattato principalmente con la logopedia e l’apprendimento di mezzi di comunicazione non verbali. La notizia di Willis, uno degli attori più amati di Hollywood, si è subito diffusa online mentre i fan hanno reagito. La sua carriera di quattro decenni ha accumulato più di 5 miliardi di dollari al botteghino in tutto il mondo, Willis aveva lavorato costantemente e frequentemente. È sempre triste quando una gloriosa carriera ci conclude in malomodo.

Potete però ancora vederlo all’opera in quelli che probabilmente saranno gli ultimi film in carriera, perché l’ttore ha avuto il tempo di girare alcuni thriller d’azione che usciranno nel 2022, tra cui “Gasoline Alley”, “A Day to Die” e “Fortress: Sniper’s Eye”. Sappiamo tutti che la sua carriera era già abbastanza in declino considerando le sue numerose vittorie ai Razzie Awards a causa di vari film non propriamente apprezzati dalla critica. Tra questi c’è l’inguardabile “Cosmic Sin” che probabilmente ha raggiunto la notorietà solamente perché ci recitava Bruce, a sottolineare quanto la sua impronta ha lasciato in questo mondo del cinema, anche se alla fine si è rivelato un film malamente mediocre e senza senso. Nella speranza che quest’ultimi possano essere più decenti per salutare ed onorare la carriera di un attore che rimarrà impresso nella storia e mente di molti, senza troppi rimpianti. Yippee Ki Yay!

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>