Totally Spies – Che magnifiche spie

di Redazione 2

Oggi, per la rubrica Cartoni animati story, parliamo del cartone animato francese, prodotto dalla Marathon Production e da Tf1, e scrottp da  Vincent Chalvon-Demersay e David Michel: Totally Spies – Che magnifiche spie.

Il cartone racconta le avventure di tre giovani studentesse, Sam, Alex e Clover costrette giornalmente a mentire ai loro amici riguardo la vera identità. La serie animata è del genere avventura, è datata 2001 ed è una specie di agente 007 in gonnella.

Le avventure delle tre protagoniste iniziano con il loro trasferimento a Beverly Hills, dove incontrano Jerry, il capo dei servizi segreti, che le arruola immediatamente come spie per sventare un complotto mondiale. L’organizzazione di cui le tre ragazze fanno parte è la Woohp (Organizzazione Mondiale per la protezione Umana), per la quale combatteranno contro loschi criminali, catapultandole in situazioni veramente pericolose.

Vadiamo di conoscerle più da vicino:

Sam è la più vecchia delle tre, ha i capelli rossi ed una tuta verde, considerata la leader del gruppo per la sua saggezza ed intelligenza, lei è quella che fa riuscire tutte le missioni.

Clover è la ragazza con la tuta rosa ed i capelli biondi, ha coraggio, è vanitosa ed una una grande amante della moda.

Alex è la più giovane e anche inesperta del gruppo, indossa una tuta gialla, ha la carnagione scura ed i capelli nero corvino a caschetto. La combina guai del gruppo!

Jerry è il fondatore dell’organizzazione, un uomo serio, intelligente che spiega ed insegna alle ragazze come comportarsi in ogni missione.

Altri protagonisti, ma di secondaria importanza sono David, il ragazzo di cui Clover è innamorata e Mandy la nemica delle tre ragazze, classica snob della scuola e innamorata anch’essa di David.

Totally Spies è un cartone simpatico, divertente, con senso dell’humor e avventura. Peccato che in Italia siano arrivati fino alla quarta stagione! Chissà se prima o poi riprenderanno da dove le abbiamo lasciate. La speranza è l’ultima a morire.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>