Raiquattro ha compiuto un anno

di Benedetta Guerra 1

La Bastiglia e’ stata presa. Con risultati superiori ad ogni più rosea previsione.

Una delle rete del Digitale terrestre Rai4 ha compiuto ieri un anno di vita. Carlo Freccero, Presidente di Raisat è entusiasta, spiegandone le motivazioni che vanno dalle ingegnose rubriche come Sugo, Backstage dei Reality, Film e telefilm visti da un pubblico che va dai 20 ai 40 anni.

In relazione ai  primi 365 giorni di Rai4, Freccero ha detto:

Ora, bisogna cominciare a produrre, il che significa poter disporre per il 2010 di un budget superiore a quello attuale, di circa 8 mln. L’audience va davvero bene. Siamo tra le prime reti digitali in assoluto. In prime time dal primo al 12 luglio facciamo una media di 95 mila 991 persone. A giugno ci siamo piazzati stabilmente al secondo posto sulle 24 ore dietro solo a SkyCinema1. A luglio i risultati sono ancora più performanti e straordinari. Nelle 24 ore dall’1 al 12 luglio abbiamo una media di 38.463 spettatori. E nel prime time sempre dall’1 al 12 luglio registriamo una media di 96.000. La cosa interessante è che lo share di Rai4 nelle 24 ore a giugno 2009 è al 2,48% in Sardegna, regione dove è già avvenuto lo switch off. Sono dati che confermano il trend di continua crescita degli ultimi mesi e che hanno generato una risposta pubblicitaria sorprendente, positiva e performante.

Le cifre testimoniano il successo indiscusso del canale, lo switch off, è oramai attivo in differenti provincie, inoltre i programmi sono seguiti da tutti, cosa che rende felice Freccero, che annuncia di voler aumentare il potenziale del canale entro il 2010.

I programmi più visti di Rai4 sono film e serie televisive fantasy e action, generi amati dai giovani, ma anche dai più grandi con una media di 130 mila telespettatori nel prime time.

Per quanto riguarda la querela sulla presenza di canali Rai in piattaforma murdocchiana e quindi la faida Rai vs Sky, Freccero ha aggiunto:

Beh, mi aspetto il solito compromesso all’italiana: tre mesi di proroga e poi tutti sul digitale terrestre. Ma è solo una mia modesta previsione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>