Tv via cavo: la numero 1 è HBO

di Redazione Commenta

Parlando di tv via cavo statunitense non si può fare a meno di citare una delle più importanti: Home Box Office, meglio conosciuta con l’acronimo di HBO. Controllata dalla Time Warner, attraverso il palinsesto h 24 e i servizi on demand di film e cinema (Cinemax), raggiunge qualcosa come 38 milioni di abbonati, con una programmazione distribuita in oltre 150 Paesi.

Tutto inizia nel 1965, quando il “pioniere del cavo” Charles Dolan, realizza una rete sotterranea a Manhattan, una fortuna per le televisioni locali da sempre alle prese con problemi di diffusione del segnale a causa dell’altezza degli edifici circostanti. Dolan dà vita ad un progetto di tv via cavo denominato Green Channel dedicato alla gestione del tempo libero che l’8 novembre 1972 diviene HBO. Il primo film mandato in onda è Sometimes a Great Notions (Sfida senza paura) diretto e interpretato da Paul Newman, con Hanry Fonda, oltre a tutta una serie di eventi sportivi.

Da questo momento tra non poche difficoltà il canale continua la sua crescita, offrendo l’opportunità ai telespettatori di vedere in anteprima e in chiaro il palinsesto su un canale specifico per un mese, per poi trasferirlo criptandolo su un altro canale, l’idea ha un ottimo riscontro di pubblico e il numero di abbonati aumenta.

Il 30 settembre 1975 HBO è la prima tv a mandare in onda in diretta via satellite l’intero incontro di pugilato tra Muhammad Ali e Joe Frazier, mentre dal 28 dicembre 1981 la programmazione diviene h 24 sette giorni su sette. Nel 1986 HBO utilizza per prima il sistema Videochiper che oscura l’accesso al segnale da siti non autorizzati, nel 1989 diviene parte della Time Warner, mentre nel 1999 è la prima televisione nazionale via cavo a diffondere programmi in alta definizione.

Grazie all’offerta sempre più varia di canali cinema e d’intrattenimento unita a produzioni d’alta qualità, HBO si è costruita nel tempo la fama che l’ha resa celebre in tutto il mondo. Serie come Sex and the City, I Soprano e Six Feet Under sono state distribuite e apprezzate ovunque, oltre ad ottenere in patria un considerevole numero di premi. Attualmente il servizio offerto è composto da sette multiplex (piattaforme digitali), più un canale on-demand, dal gennaio 2008 è operativa l’offerta su banda larga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>