ABC, la storia della tv più seguita negli Stati Uniti

di Redazione 2

L’ ABC (American Broadcasting Company), il più giovane dei tre principali network radiotelevisivi statunitensi (gli altri sono Nbc e Cbs) nacque ufficialmente nel 1943, quando l’industriale Edward John Noble, acquistò una stazione radio della Nbc, di proprietà Rca noto marchio discografico.

Le prima trasmissione televisiva si svolse il 19 aprile 1948 attraverso l’affiliato WFIL-TV di Philadelphia successivamente su WJZ-TV di New York (ora WABC-TV) di proprietà della stessa ABC. Qualche anno dopo grazie alla fusione con la UPT-Dumont di Leonard Goldeson, la ABC cominciò a gettare le basi della grande struttura attuale, siamo nei primi anni cinquanta.

Negli anni sessanta continuiamo ad assistere ad una lenta ma inesorabile crescita della ABC sia nel settore televisivo, ma soprattutto in quello radiofonico attraverso le proprie affiliate sotto la direzione di Harold L. Neal, con lui trasmissioni come la Top 40 ebbero notevole successo, mentre fra quelle televisive furono acclamate le sportive fra cui Wide World Sport debuttata nel 1961 e Monday Night Football. La rete tv è ancora modesta, ma si fa notare per la programmazione orientata verso un pubblico giovane grazie a serie di fantascienza come Viaggio in fondo al mare, divenuta famosa anche in Italia. Celebre anche il telefilm ispirato all’eroe dei fumetti Batman con Adam West tuttora in onda sulle nostre reti satellitari.

Dal 1970 la ABC si dedicò anche alla produzione di film di successo come Prendi i soldi e scappa di Woody Allen e Cabaret di Bob Fosse. La rete ha ormai tutte le carte in regola per tentare il sorpasso nei confronti delle più blasonate sorelle e ci riesce con dei telefilm che di fatto sono divenuti dei cult come Happy Days, Mork e Mindy, Laverne & Shirley e Charlie’s Angels prodotta dal grande Aaron Spelling. Il network Usa, acquistò inoltre i diritti per la messa in onda della notte degli Oscar di cui possiede l’esclusiva fino al 2014. Notevole fu il successo dello sceneggiato, trasmesso poi anche in Italia, Radici ispirato all’omonimo romanzo di Alex Haley.

Negli anni ottanta si consolidò il successo della rete determinato dall’audience di serie come Love Boat e MacGyver, ma con l’inizio del nuovo decennio le aspettative sono in calo. Nel 1996 ABC venne acquistata dalla The Walt Disney Company che la rinominò ABC Inc, già in passato il canale aveva avuto rapporti con la Disney fornendo negli anni cinquanta i capitali per il parco Disneyland e trasmettendo numerosi suoi prodotti. Grande audience ottiene dal 1997 il sabato mattina ribattezzato ABC Kids, cinque ore (poi divenute quattro soprattutto di cartoni animati) tutte dedicate ai ragazzi tra i 10 e i 16 anni.

Tra le trasmissioni più note trasmesse negli ultimi anni Chi vuol essere milionario, Survivor, Ballando con le stelle, ma sono le serie tv come Lost, Desperate Housewives e Grey’s Anatomy a fare la parte del leone con un successo di pubblico a livello mondiale. Attualmente la sede della ABC e a Manhattan mentre gli uffici della programmazione si trovano a Burbank in California, accanto ai Walt Disney Studios e alla sede della Walt Disney Company, l’amministratore delegato è Robert Iger. Nel 2008, il network televisivo ABC risulta essere quello con più ascolti negli Stati Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>