Ulisse: il piacere della scoperta

di Enrico Nanni 10

Torna alla carica Ulisse: il piacere della scoperta, da sabato 17 Aprile, alle 21:30 su Rai3. Giunto ormai all’ottava edizione, condotto da Alberto Angela e scritto da Piero Angela e Alberto Angela.

Il programma si presenta, come di consueto, come un viaggio intenso e accattivante nei menadri della conoscenza, con la possibilità di adottare le prosepttive più disparate. Gli argomenti trattati spaziano dalla Medicina, alla Storia, all’Archeologia, e a molto altro.

Un viaggio lungo, che ci accompagna passo per passo. La narrazione, caratterizzata da uno stile pulito e da una notabile attenzione alla ricerca del dettaglio, è accompagnata da immagini, visite nei luoghi, e ricostruzioni filmate di altissima qualità.


Mi è sempre piaciuta questa trasmissione, che non scende troppo a compromessi, e che mira alla descrizione degli argomenti in modo minuzioso, mostrando di venire incontro al pubblico con l’ausilio dei numerosi espedienti audiovisivi, ma che non si lascia andare al divenire una trasmissione “per tuttissimi”.

La voce di Ulisse si fa infatti intendere dai più, per quel che riguarda gli aspetti generali dell’argomento. Una sorta di presentazione estremamente efficiente che non scappa mai di mano al presentatore, infatti è molto difficile perdersi nei meandri delle battute iniziali.

Le prime mosse lasciano poi spazio a ricostruzioni effettuate in modo attento, cercando di cogliere il “come se” in modo genuino, senza cercare di romanzare il non romanzabile.

La nuova edizione si apre con un’ Odissea verso i retroscena del primo trapianto di cuore nella storia, avvenuto nel 1967 ad opera del chirurgo sudafricano Christiaan Barnard.

L’operazione viene seguita passo per passo, sia grazie alle descrizioni del conduttore, sia attraverso un’ottima ricostruzione filmata frimata Patrick Reams. Veramente molto affascinante.

L’impressione che si ha è quella di vivere una storia in modo “multimediale”, assistendo rapiti alla narrazione e alle immagini, per poi poter cliccare su qualche link per avere dettagli, l’unica differenza è che si clicca in automatico.

A un certo punto, tra un filmato e una didascalia, arrivano infatti chiarimenti. Ci si chiede, ad esempio, come si possa fermare il cuoe di una persona per poi trapiantarlo su un’altra. Qual’è il trait d’union tra questi due momenti?

E via, come in CSI, ci tuffiamo nel cuore (letteralmente) e vediamo cosa succede se si ferma, vediamo con cosa possiamo rianimarlo. Poi notiamo qualche strumento strano in sala operatoria. Come funziona? Ed ecco arrivare il libretto di istruzioni, con tanto di immagini e filmati d’epoca in cui il macchinario viene usato.

Un ritorno in pompa magna per Ulisse.

Commenti (10)

  1. programma a forte contenuto informativo e divulgativo che si avvicina trasversalmente ai piu’ diversi livelli di preparazione. sarebbe utile e positivo che ogni ciclo venisse pubblicato in dvd o divx e posto in commercio per una rilettura piu’ comoda. io ne sarei molto interessato come,penso, moltissimi altri.
    informatemi.grazie.

  2. bonjour je voue écris de Paris j’ai toujours regardé les programmes uilisse et le nord est de alberto angela les programmes sont très intéréssant chapeau.
    ma demande est la suivante mon fils est très intéréssé pour l’histoire et l’archiologie dés qu’il a vu les programmes me demande toujours de vous écrire s’il pourrait avoir un contact téléphonique avec Monsieur Alberto Angela si possible je vous remercie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>