Rossella, Gabriella Pession torna su Rai 1: “Essere una donna non è mai facile”

di Redazione Commenta

Gabriella Pession è pronta a ritornare su Rai 1 dal 4 novembre con la seconda stagione di Il coraggio di una donna-Rossella, la fiction ispirata a Ernestina Paper, prima donna a laurearsi in Medicina e Chirurgia in Italia ed ha rilasciato una serie di dichiarazioni su quello che possiamo aspettarci dallo show, che vi proponiamo subito dopo il salto.

Sul suo personaggio e sulle tematiche trattate, ci anticipa:

Rossella è molto cresciuta dalla scorsa stagione, si è laureata in medicina ed è ancora più moderna; l’idea, infatti, è quella di mostrare una donna che sviluppa una propria identità, una donna emancipata, dato che la fiction è in costume, ma per i temi è estremamente attuale: si parlerà di una violenza subita e della scelta di denunciarla in tribunale, un tema molto sentito, soprattutto in un momento come questo in cui le donne sono spesso vittime dei propri uomini e oggi come allora hanno paura, temono in giudizio della società. Essere una donna non è mai facile.

L’attrice ci parla poi dei tratti in comune con Rossella:

Indubbiamente ho un problema fortissimo con le ingiustizie: nella quotidianità non ho la capacità di fare finta di niente ed in questo sono come Rossella, una donna che si ribella a ogni tipo di abuso e violenza; non che io sia una santa, ma se c’è proprio una cosa che non tollero sono le ingiustizie, piango per quelle e per gioia, mai per tristezza.

L’attrice ha conosciuto il suo fidanzato irlandese, Richard Flood dopo essersi recata negli Stati Uniti per lavoro, ma è piuttosto nostalgica del nostro paese:

Questo è un periodo d’oro sotto tutti gli aspetti: adesso sono finalmente felice, anche se l’Italia mi manca, mi manca la poesia, la capacità di esprimere la passione, la vitalità dei colori, in una sola parola mi manca il calore.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>